Tanta voglia di playoff, Assigeco doma Forlì 88 – 78

Grande vittoria Assigeco contro una combattiva Forlì

Assigeco chiamata a proseguire il buon momento per mantenere vivo il sogno playoff. Dinanzi a sè trova Forlì, squadra altamente temibile che schiera una vecchia conoscenza del nostro basket, Tommaso Oxilia, tanti bei ricordi a Piacenza per lui. Forlì si trova in zona playoff e certamente non vuole cedere punti in classifica alla squadra di Ceccarelli.

Avvio equilibrato, Assigeco comincia bene grazie a una bella incursione in area di Sabatini, Forlì per il momento rimane in scia. 8 – 5 a 6:16 dalla prima sirena. Buon intercetto della difesa biancorossoblu e l’azione offensiva di Forlì si è arrestata. Ihedioha fa valere la sua possenza e allunga. Oxilia si inventa un canestro in mezzo all’area, Ceccarelli butta nella mischia Michele Antelli, speranza Assigeco per il futuro, intanto Forlì si porta a -1. Ogide e poi Marini si segnano nel tabellino marcatori. Murry stoppato a 2 minuti dalla fine, Stefano Bossi fa il suo ingresso sul parquet, Marini da 3 segna il sorpasso romagnolo, Diouf pareggia in schiacciata. Ogide prima segna mandando al bar un giocatore di Forlì poi è provvidenziale stoppando sulla tabella un terzo tempo.

Johson da 3 apre le marcature del secondo tempo, Assigeco sul -6, Ceccarelli chiamato a una scossa, e la trova in Formenti, Donzelli continua a far male, canestro dal centro e Piacenza scende a -8. Ceccarelli chiama timeout. Sabatini entra in area tenta un tiro che si spegne sul ferro il rimbalzo lo favorisce e ribadisce nel cesto, ancora -6 a 7:25 dall’intervallo lungo. Momento di confusione sia da una parte che dall’altra, Formenti sbaglia un tiro abbordabile, Lawson sbaglia un passaggio e Murry recupera, subisce un tecnico che Formenti trasforma e infine realizza da sotto doopo una bellissima azione di prepotenza, -3, 23 – 26 a 6:45. Azione bellissima, prima i giocatori di Forlì vengono pressati nella loro metà campo, vengono costretti due volte all’errore e Sabatini appoggia tranquillo. Lawson realizza da 3, Bonacini già al terzo fallo viene mandato in panca e Oxilia rientra. Ihedioha tiene Piacenza sul -4, fischiato un tecnico all’allenatore di Forlì, Formenti realizza. Anche Turini viene gettato nella mischia, Ogide si fa trovare ben pronto sotto canestro a ricevere l’assist di Formenti. Ma Piacenza rimane sempre sul -6 a 2:30 dalla sirena lunga. Forlì in bonus, Sabatini dall’area si fa valere la mette subisce fallo, realizza il tiro supplementare, poi fornisce uno splendido assist per la tripla di Formenti. Ed è pareggio a 36.

Quello che emerge dai primi due quarti sono gli errori da 3 della squadra di casa: 1/11 contro 5/10, vero tallone d’Achille finora.

Sabatini ribadisce a canestro uno sbilenco tiro dall’arco di Formenti (andato a vuoto). Poi Murry penetra in area bene e in semirovesciata la mette, pareggio. Ihedioha porta avanti i suoi dalla lunetta, Forlì con Giachetti rimane in corsa, Ogide e poi ancora Giachetti da 3 riporta vanti i romagnoli. Servono tiri dalla lunga distanza, Lawson coi piedi per terra da 3 porta avanti di 2 Forlì, fortunatamente più fallosa. Sabatini da 3 sbaglia ancora, entra Diouf per Ihedioha. Finalmente Formenti interrompe la striscia negativa da 3 dell’Assigeco, ora avanti di 3, 51 – 48 a 5 minuti dalla pausa. Di prepotenza Diouf appoggia dopo una serie di batti e ribatti. Murry fa esplodere il PalaBanca grazie a una bellissima tripla su assist di Formenti, 56 – 48 a 3:39. Forlì sembra in stallo, ne approfittano Formenti & Co. con una tripla del capitano. Ora entrano triple come se non ci fosse un domani: anche Ogide si segna, e il risultato ne beneficia, +11. Anche Marini ai liberi fa 0/2, sembra che la partita abbia cambiato volto. Terzo quarto finisce sul +8, dopo alcuni errori al tiro da entrambe le parti, 62 – 54.

Piccoli ruba un pallone in apertura di ultima frazione, ma sbaglia la tripla nell’azione successiva. Forlì con Bonacini si avvicina, Johnson ruba un pallone e appoggia in solitaria, infine chiude in bellezza il recupero con una tripla. Di nuovo pareggio, ma Formenti chiude un’azione confusionaria con una tripla, passi per Oxilia, poi ottima azione per l’Assigeco: Ihedioha vede un pertugio buono e prova ad appoggiare, subisce fallo ma in lunetta ne mette solo uno. Lawson continua ad essere il solito martello dall’arco, -1 Forlì. Forlì al quarto fallo, Sabatini in lunetta ne mette solo uno, Assigeco avanti di 5, con un p’ di fortuna il trio di Lawson rimbalza ovunque tranne che nel canestro, Sabatini da 3 allunga ancora, dopo un impercettibile tocco che impedisce l’appoggio di Marini. 73 – 65, poi SHOWTIME Assigeco, prima Murry recupera un pallone sulla metà campo, vede il varco buono per un alley a Ogide che schiaccia come se avesse visto una zanzara sul tavolo. Partita finita, manca solo un minuto e +8,  Forlì in bonus, Formenti ringrazia, lancia Ogide che realizza da sotto subendo anche il fallo. Tiro supplementare a segno, Giachetti infila un tiro in sospensione da fuori, ma è troppo tardi. Assigeco in più di un’occasione è sembrata in grado di perdere questa partita, ma la voglia di playoff ha prevalso, complice anche la sconfitta di Imola. 

Isole Åland
Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome