Iniziano i playout, Piacenza contro Napoli per rimanere in A2

Assigeco si gioca la salvezza contro Napoli

Tornano ad accendersi i riflettori del PalaBanca in occasione dei Playout validi per la permanenza in Serie A2. L’Assigeco Piacenza si è ritrovata in questa scomoda posizione dopo la sconfitta a fil di sirena con la Bondi Ferrara.

L’avversario dei biancorossoblu è il Cuore Napoli Basket, arrivata penultima nel girone Ovest, data anche la maxi penalizzazione inflitta alla Viola Reggio Calabria che ha catapultato i calabresi all’ultimo posto in classifica.

La formazione partenopea ha chiuso la sua regular season con 3 vittorie a fronte di 27 sconfitte, nonostante innumerevoli cambiamenti nel roster e nello staff tecnico. La regular season piacentina si è chiusa invece con 11 vittorie e 19 sconfitte, che sulla carta mette i biancorossoblu come favoriti, ma attenzione agli assi nella manica di coach Bartocci per questi playout. Il pericolo pubblico numero uno per la difesa dell’Assigeco sarà sicuramente l’ex Vanoli Cremona Elston Turner, miglior realizzatore dei partenopei con 22,8 punti di media a partita.

Il resto del quintetto base, schierato da coach Bartocci, è composto dal play Bruno Mascolo (12 punti e 3 assist di media a partita), dall’altro americano Jermaine Thomas (10,1 punti di media) e dalle ali Mattia Mastroianni e Alessio Ronconi.

Sarà fondamentale centrare la vittoria in questa gara 1 per poi cercare di andare a chiudere subito i conti al PalaBarbuto nella seconda partita della serie, potendo avere a disposizione anche un altro match ball nell’eventuale “bella” al PalaBanca.

I ROSTER

Assigeco Piacenza: 1 Guyton, 2 Montanari, 3 Passera, 5 Sanguinetti, 6 Diouf, 8 Fontecchio, 9 Formenti, 10 Infante, 13 Seye, 20 Livelli, 21 Arledge, 23 Oxilia, 24 Amoroso, 44 Reati. All. Riva.

Cuore Napoli Basket: 11 Mastroianni, 13 Zollo, 14 Mascolo, 15 Vangelov, 16 Ronconi, 18 Puoti, 20 Gallo, 23 Thomas, 30 Caruso, 31 Turner. All: Bartocci.

DICHIARAZIONI DELLA VIGILIA

Coach Cesare Riva: “Nessuno di noi si sarebbe aspettato un simile epilogo della stagione regolare. Al di là degli indubbi meriti di Bergamo per la striscia di sette successi consecutivi, abbiamo avuto le nostre occasioni per “andare in vacanza” ma non le abbiamo sapute cogliere. Ora occorre resettare tutto e siamo stati bravi a farlo già da martedì dopo un lungo confronto tra tutti noi. Resettare perché adesso si riparte davvero da zero a zero e conta solo chi conquista prima dell’altro due vittorie. Abbiamo grande voglia di riscatto dopo la brutta prestazione contro Ferrara ed iniziare la serie in casa deve darci ulteriormente carica. Napoli l’ho studiata molto in questi giorni ed è squadra con un quintetto offensivamente pericoloso, guidata da un americano forte ed esperto come Elston Turner. Ora i campani si ritrovano ad avere una nuova chance di salvezza, vista la penalizzazione di Reggio Calabria. Mi aspetto una serie combattuta in cui anche tenere i nervi saldi potrà fare la differenza”.

Matteo Formenti: “Ai playout si parte da 0-0 e Napoli proverà a giocarsi tutte le sue carte. Dal canto nostro dobbiamo cercare di migliorare gli aspetti in cui abbiamo fatto meno bene nell’ultimo periodo, cercando di mettere tanta fisicità perché penso proprio che questo sarà uno dei fattori fondamentali sul quale si giocherà la serie. Loro hanno qualche giocatore esperto e tanti giovani che sanno giocare a pallacanestro quindi dovremmo cercare di approcciare la partita in una determinata maniera. Veniamo da una intensa settimana di allenamenti in vista di questa Gara 1 che sicuramente sarà la partita più importante per indirizzare questa intera serie di Playout”. 

Isole Åland

 

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome