Il “caso” Piacenza a Porta a Porta

Anche le cronache nazionali si stanno accorgendo di Piacenza, della sua situazione sempre più particolare (anche oggi 29 morti). E a Porta a Porta da Bruno Vespa in seconda serata si è parlato della nostra città con un servizio che ha seguito una giornata con la Croce Rossa.

“Nel Comune più colpito dell’Emilia Romagna – si può sentire -, la Croce Rossa fa quello che può, consegna farmaci e anche lettere agli ammalati” con riferimento alla notizia di un paio di giorni fa.

“La persona ci ha ringraziato a non finire, anche perchè questa persona ci ha lasciati”, spiega un operatore. Così la Croce Rossa si fionda per le vie della città, tra decine di interventi, la giornalista definisce la nostra città “sotto assedio”. Dopo ogni intervento, segue il processo di sanificazione.

All’Ospedale invece il direttore generale Ausl Baldino sottolinea: “Tutti si sono messi a disposizione in un contesto in cui abbiamo anche molto personale a casa in malattia”. Per i malati si aprono possibilità di spostamento solo col biocontenimento.

 

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome