Coldiretti stima danni per milioni di euro dopo le ondate di maltempo. Condizioni difficili anche nel weekend

Il rapporto ISPRA classifica la nostra regione come una delle più vulnerabili

@Centro Meteo Emilia Romagna

Tra Aprile e Maggio la primavera sta mostrando il suo volto più variabile sulla nostra regione (e non solo), con conseguenze anche per il territorio. Ammontano a milioni i danni stimati da Coldiretti Emilia-Romagna, specialmente per quanto riguarda le coltivazioni agricole.

L’Emilia-Romagna, stando al rapporto ISPRA, si classifica come una delle regioni più vulnerabili d’Italia, con il 100% dei Comuni esposto a rischio idrogeologico. La mappa infatti evidenzia come se nelle aree di pianura e costa padroneggia il rischio alluvione, è quello per le frane a esser maggiormente presente in Appennino.

Il Centro Meteo Emilia Romagna nota infatti che l’intera pianura emiliano-romagnola è classificata come P3, ossia area a pericolosità idraulica elevata. Siamo senza dubbio la regione con la pericolosità più elevata, specie se rapportata all’estensione del territorio. A questo si uniscono le criticità presenti in Appennino, con la dorsale che rientra tra P3 e P4 per la pericolosità da frana, ossia da elevata a molto elevata. Anche la nostra provincia è interessata da questo fenomeno. 

L’analisi di Coldiretti, che si basa peraltro sul rapporto ISPRA sopracitato, emerge come 1,2 milioni di famiglie siano a rischio alluvione nella nostra regione.

PEGGIORAMENTO NEL FINE SETTIMANA, CATTIVO TEMPO FINO A FINE MESE

La settimana in corso si concluderà come è iniziata, ossia all’insegna dell’instabilità. Difatti, tra Sabato 18 e Domenica 19 è atteso un nuovo peggioramento delle condizioni meteorologiche.

Pur essendo presto per scendere nei dettagli, la linea generale di tendenza è confermata, con l’instabilità che interesserà gran parte della nostra regione. Un canale depressionario esteso dall’Europa occidentale fin sul bacino del Mediterraneo favorirà l’approssimarsi di una nuova perturbazione, che farà sentire i suoi effetti nel corso del week-end. Sarà la settima perturbazione del mese di Maggio.

Essa agirà da Venerdì, causando un generale rinforzo della ventilazione di Scirocco, che risulterà moderata sulla nostra regione con rinforzi lungo la costa. Temperature in ripresa e primi cenni di instabilità sull’Appennino.

Sabato e Domenica saranno due giornate spiccatamente variabili, con rovesci localmente intensi su gran parte della regione. Più probabilmente saranno favorite, in termini di accumulo, le aree centro-occidentali rispetto a quelle orientali. Questa condizione di instabilità si manterrà per tutto il mese di maggio.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1656441
Email: redazione@piacenzaonline.info

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome