“Io sono come Hitler”, piacentino 45enne condannato per stalking con aggravante di discriminazione razziale

Un piacentino di 45 anni è stato condannato a due anni e 5 mesi di reclusione per stalking, minacce e lesioni personali. Era imputato davanti al tribunale di Piacenza

Per lui anche l’aggravante della discriminazione razziale, visto che in alcune occasioni se l’era presa con un barista straniero e con un cliente nordafricano, pronunciando frasi del tenore “io sono come Hitler” oppure “via i neri dai bus” e ancora “ve ne dovete andare via dall’Italia”.

Testimoni hanno riferito ai Carabinieri gli incresciosi comportamenti, e gli stessi Carabinieri lo hanno arrestato dopo avergli visto esporre anche la bandiera della Repubblica Sociale con il fascio e l’aquila. L’imputato, avendo scelto il rito abbreviato, ha beneficato dello sconto sulla pena, e attualmente si trova ancora in carcere. Lo riporta l’ANSA

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome