Condannato al processo Aemilia si barrica in un ufficio postale a Reggio

Educatrici arrestate per maltrattamenti a Piacenza

Si è barricato nell’ufficio postale di Pieve Modolena, nella prima periferia di Reggio Emilia, Francesco Amato condannato a 19 anni e 1 mese nel processo Aemilia e destinatario di un ordine di carcerazione.

Nei giorni scorsi i carabinieri di Piacenza hanno tentato di dare esecuzione all’ordinanza firmata dalla corte su richiesta della Dda e condurlo in carcere, ma l’uomo si era reso irreperibile, fino a che è comparso verso le 8,30 di questa mattina nell’ufficio postale sulla via Emilia, a Reggio, minacciando di morte i presenti e la direttrice, con un coltello da cucina. L’uomo è al momento barricato all’interno con la funzionaria. Sul posto polizia e carabinieri. La via Emilia è stata chiusa. Sono in corso trattative tra le forze dell’ordine e Amato. L’uomo avrebbe chiesto di poter parlare con il ministro degli Interni Matteo Salvini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome