Il consiglio comunale di Piacenza decide all’unanimità di conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Il consiglio Comunale di Piacenza ha deciso all’unanimità di concedere alla senatrice Liliana Segre la cittadinanza onoraria. La proposta era stata avanzata dal sindaco Patrizia barbieri.

La cerimonia di consegna è stata fissata, su proposta del consigliere Massimo Tespidi, il prossimo 27 gennaio, in occasione delle celebrazioni per la giornata della Memoria. Occorrerà ora capire se la senatrice a vita sarà disponibile proprio in quel giorno simbolo.

Nel suo intervento il primo cittadino si è detta molto orgogliosa di questo consiglio comunale e della possibilità di poter conferire al cittadinanza alla senatrice Segre «che ha avuto nella vita momenti di particolare dolore. Liliana Segre – ha ricordato il sindaco Barbieri – aveva solo 13 anni quando è diventata di fato solo un numero. Aveva Il numero di matricola 75190 impresso sul braccio ed era una dei 776 bambini che non avevano ancora compiuto i 14 anni. Fra loro sono sopravvissuti solo in 25. Dopo quell’esperienza la senatrice è sempre stata chiusa nel suo dolore,  con un’esperienza che sicuramente non è stato facile da raccontare. L’ha raccontata tanto tempo dopo, ma questo racconto ha tanti valori, valori importanti che ci richiamano principi che tutti noi condividiamo come il rifiuto dell’odio, dell’intolleranza.  Liliana Segre, nell’ultimo periodo ha rilasciato molte interviste ed io ho sempre apprezzato anche l’equilibrio con il quale si è espressa e soprattutto il suo modo per veicolare messaggi importanti. E’ prezioso quello che lei ci racconta. Che è appunto una testimonianza vera che serve per conoscere e come diciamo noi sempre per non dimenticare».

Publicità

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here