Il divieto di transito ai mezzi pesanti sulla SS45 approda in Prefettura

Nella tarda mattinata di oggi il vice Prefetto vicario ha convocato e presieduto una riunione per esaminare i problemi derivati dalla decisione del Compartimento ANAS Emilia Romagna di vietare la SS45 ai mezzi pesanti.

il Responsabile dell’Area Compartimentale ANAS dell’Emilia Romagna, il Presidente della Provincia e Sindaco di Piacenza, i Sindaci di Bobbio, Coli, Gossolengo e Travo, i rappresentanti dei comuni di Corte Brugnatella, Cerignale, Ottone, Rivergaro, il Comandante della Sezione Polizia stradale di Piacenza, nonché il Comandante della Compagnia Carabinieri di Bobbio.

Nel corso della riunione il Direttore dell’ANAS ha illustrato le motivazioni di sicurezza ed urgenza che hanno indotto ad adottare i provvedimenti limitativi del peso.

I rappresentanti degli enti locali presenti, pur non mettendo in discussione la necessità di eventuali lavori che migliorino la sicurezza dell’infrastruttura in parola, hanno la necessità, per il futuro, di una migliore informazione preventiva dei territori interessati.

In particolare hanno richiesto, al fine di contemperare le esigenze di garanzia della sicurezza e di limitare gli effetti negativi all’economia dell’area montana, di approfondire congiuntamente la tematica, così da valutare, a seguito di ulteriori approfondimenti tecnici che sta svolgendo ANAS, la possibilità di apportare qualche modifica all’Ordinanza.

ANAS ha anche confermato che i lavori urgenti, resisi necessari a seguito delle ispezioni effettuate, sono stati già affidati con procedura di urgenza a due Imprese che hanno anche già in corso l’allestimento dei cantieri e gli approvvigionamenti dei materiali.

Al termine della riunione si è deciso di convocare, dopodomani (6 febbraio 2019) sempre in Prefettura,  un tavolo tecnico (per ogni ulteriore valutazione). Vi prenderanno parte i rappresentanti dell’ANAS, della Provincia, delle Unioni dei Comuni dell’Alta e della Bassa Valtrebbia, del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, del Comando Polizia stradale di Piacenza e della Compagnia Carabinieri di Bobbio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome