Premio Internazionale Luigi Illica a Castell’Arquato. Toscani: “Premi contribuiscono alla crescita collettiva”

Il 27 luglio sii esibiranno Francesco Meli e Benedetta Torre, accompagnati dalla Orchestra Filarmonica Italiana

Premio Internazionale Luigi Illica a Castell'Arquato. Toscani:

In occasione del centenario della morte di Luigi Illica, avvenuta a Castell’Arquato (Piacenza) il 16 dicembre 1919, prende il via una nuova significativa collaborazione tra Comune e Pro Loco di Castell’Arquato e la Fondazione Teatri di Piacenza, con il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Regione Emilia-Romagna e Provincia di Piacenza.

All’illustre librettista e drammaturgo arquatese, che collaborò con i maggiori musicisti del suo tempo, quali Giacomo Puccini, Pietro Mascagni, Umberto Giordano, realizzando i più celebri titoli che hanno fatto la storia del melodramma da Tosca a La bohème, da Madama Butterfly a Andrea Chénier, sarà dedicato un Gala d’Opera, in programma sabato 27 luglio 2019 alle ore 21, nella splendida Piazza monumentale della “sua” Castell’Arquato.

Protagonista d’eccezione sarà Francesco Meli, numero uno dei tenori italiani che si esibisce nei più importanti teatri internazionali – in questi giorni impegnato ne l’Aida verdiana al Teatro La Fenice di Venezia – e recentemente applaudito al Teatro Municipale di Piacenza ne La Gioconda. Accanto a Meli, il talentuoso soprano Benedetta Torre, sensibile interprete pucciniana dalla carriera internazionale, finalista nel 2015 al concorso Flaviano Labò di Piacenza e applaudita al Municipale ne La Bohème con la regia di Cristina Mazzavillani Muti. Ad accompagnarli sarà l’Orchestra Filarmonica Italiana,

Nel corso della serata, presentata da Sabino Lenoci, noto critico musicale e direttore della rivista L’Opera, verrà consegnato il XXXI Premio internazionale Luigi Illica, prestigioso riconoscimento istituito nel 1961, a cura di Comune e Pro Loco di Castell’Arquato. Tra i grandi nomi premiati nelle passate edizioni, Franco Zeffirelli, Riccardo Muti, Luciano Pavarotti, Plácido Domingo e recentemente Leo Nucci.

Il direttore della Fondazione Massimo Toscani durante la conferenza stampa ha voluto fare una considerazione a proposito dei premi, definendoli uno stimolo. “Il fatto che ci sia un premio in palio fa si che tutti cerchino di fare del proprio meglio, in modo tale che ci sia una crescita collettiva. Per prendere un premio bisogna darsi da fare”.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1656441
Email: redazione@piacenzaonline.info

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome