Gas Sales, Piacenza Calcio e Bakery scendono in campo per la Casa di Iris

Gas Sales, Piacenza Calcio e Bakery scendono in campo per la Casa di Iris

Volley, basket e calcio scendono in campo in soccorso della Casa di Iris. Tre squadre in lotta nei rispettivi campionati per un posto di prestigio: il Piacenza Calcio se dovesse vincere domani contro l’Olbia si garantirebbe un posto in Serie B, la Gas Sales affronterà domenica la prima partita della finale promozione per un posto nella Superlega di pallavolo, mentre la Bakery deve sfoggiare il suo basket migliore per rimanere in Serie A2.

Ma oltre al lato sportivo, queste squadre dimostrano di essere compatte anche quando c’è bisogno di donare. Bulla Sport, promotore dell’iniziativa, ha convocato i rappresentanti delle varie realtà per fare squadra, come recita l’hashtag #facciamosquadraxpiacenza, in questo caso il destinatario è la Casa di Iris. Un’operazione questa col duplice obiettivo di invitare i tifosi a tifare in un unico grande coro, e contribuire ad una causa benefica.

Verranno stampate per l’occasione 1500 t shirt che saranno messe in vendita al prezzo di 10 euro nei vari punti aderenti l’iniziativa. Bulla Sport in primis, gli sportelli Gas Sales Energia, il PalaBanca di Piacenza durante la partita di sabato 4 maggio, ma già prenotabili durante gara 1 di domenica contro Bergamo al PalaBanca.

Roberto Pighi, vicepresidente del Piacenza Calcio, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa. “Rappresenta un segnale di apertura verso le persone nate meno fortunate rispetto alla maggioranza, e trovare una sinergia è importante. Piacenza Calcio è sempre attento e sensibile a questi temi, i nostri atleti indosseranno la maglietta già contro l’Olbia.

Piacenza è una città arida dal punto di vista di disponibilità generale delle persone nei confronti dei movimenti sportivi, con riferimento alla nostra opulenta Provincia che dovrebbe essere più generosa. Noi cerchiamo di fare il nostro meglio sul campo, in una città triste dal punto di vista del tempo libero, per regalare domeniche divertenti alla cittadinanza”.

Sergio Fuochi, direttore Hospice Casa di Iris, ha invece rimarcato che Piacenza non è, come si vuole far credere un a città triste. “La comunità piacentina non fa chiasso, ma i fatti. l’Hospice ne è un esempio, è una struttura privata con 16 posti letto per malati terminali, è stata fortemente sostenuta dalla cittadinanza, è una struttura considerata un’eccellenza a livello regionale”.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1656441
Email: redazione@piacenzaonline.info

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome