Gas Sales vince in scioltezza contro Club Italia, 3 – 0

Gas Sales a Viterbo per una partita che pare a senso unico

Sul campo del PalaBanca la squadra di Botti vuole dimostrare che le fatica fatta con Ortona la scorsa partita è servita per imparare dagli errori fatti, soprattutto non dare per scontate le partite quando sembrano già in cassaforte. Gas Sales contro Club Italia Roma parte forte, cominciando a martellare subito forte creando da subito un margine notevole con la compagine romana, che dimostra di non tenere i ritmo di questa squadra candidata a salire nella Serie più prestigiosa della Lega.

Va purtroppo messo a referto l’infortunio di Klobucar sulla pipe del 5 – 2, su cui bisognerà fare i conti nel prosieguo della partita, che comunque ha un andamento quasi unidirezionale, grazie a un ottimo gioco di squadra. Canella mette a terra, l’11 – 4, Yudin dalla seconda linea e 14-4 Piacenza, Tondo dal centro trova il 17-8 e il 20-10. Set praticamente vinto, ma Club Italia non demorde e recupera terreno, arrivando addirittura a -4, sembra un’altra defaillance Gas Sales, nonostante tutto ancora avanti. Club Italia deve però fare i conti con un Fei che quando scalda la mano è inarrestabile, così riusciamo a trovare la forza per chiudere brillantemente il set 25 – 20.

Secondo set che parte più equilibrato, con il cambio palla che si alterna senza grossi scossoni. La situazione cambia, Fei si dimostra ottimo muratore e con un ace arriviamo a 15 – 11. Da qui la Gas Sales riesce a gestire il distacco, senza troppi problemi, anzi allunga fino a chiudere 25 -17. Ancora equilibrio nel terzo set. Errore di Mercorio e muro subito da Fei: il Club Italia si riporta una sola lunghezza di distacco per il 16-15 Piacenza. Yudin scatenato: ace per il 14-12. Poi favorisce il 15-12 di Tondo, partita in equilibrio instabile, Piacenza mantiene pochi punti di vantaggio sino alla fine della partita, quando Paris concede l’attacco senza muro a Mercorio, Yudin e Fei completano l’opera sul 25 – 21. 

Isole Åland

 

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome