Perugia troppo forte, la Gas Sales Piacenza ci prova ma è 0 – 3

Primi due set combattuti, ma Perugia ha sempre controllato il match

Perugia troppo forte, la Gas Sales Piacenza ci prova ma è 0 - 3

Più che gas, un diesel. La Gas Sales Piacenza ha dato prova nelle ultime uscite di saper lottare, di partire piano e crescere alla distanza. Quello che servirebbe in questo momento è una vittoria netta e meno sofferta, ma davanti gli uomini di Gardini hanno un avversario che certo non è venuto a Piacenza per vedere Piazza Cavalli.

Primi punti per Perugia infatti, che trova un muro e una schiacciata a fil di linea. Kooy salva bene, Krsmanovic finalizza un buon appoggio, ed è pareggio, 3 – 3. Ace di Hoogendorn, Perugia prende due punti di distacco, De Cecco a muro allunga. Regalo di Lanza, che poi sulla battuta di Berger è impreparato, 7 – 9. Krsmanovic in primo tempo vede l’angolo giusto, ma Perugia non molla: Leon batte come in una partita di tennis, ma Scanferla la tiene in gioco, e il muro perugino va fuori. Pipe di Kooy, serve il cambio di passo, e Berger si fa sentire, in primo tempo, grazie a una free ball.

Punto combattuto quello del 12 – 14, risolve Hoogendoorn quasi in tuffo dalla linea dei tre metri. Fei picchia forte, mani fuori. Un paio di errori di troppo stanno agevolando Perugia. Altro missile di Hoogendoorn, Gardini chiama videocheck ma non c’è nulla da fare. Sempre l’allenatore emiliano chiede time out, Perugia sta scappando, +4 e 15 – 19. Hoogendoorn spara fuori, videocheck inutile perchè anche ad occhio non si vedeva nessun tocco.

17 – 19, grande salvataggio di Berger sulla schiacciata, Kooy risolve quasi da fermo. Perugia meritatamente si prende il 18 – 20, dopo un punto combattutissimo. Perugia allunga nel momento giusto, mura Berger e va +3. Krsamnovic elude il muro con un tocco leggero, Kooy cerca l’unica porzione di campo non coperta da giocatori di Perugia, -1 21 – 22. Ancora Hoogendorn, pipe Piacenza, free ball non sfruttata da Piacenza che si fa murare e Perugia conquista il primo set point, Scanferla non trattiene la potenza di Leon, 22 – 25 e Perugia avanti.

SECONDO SET

Si gioca punto a punto, talvolta la Gas Sales offre agli spettatori primizie, dando l’impressione di poter condurre, eppure tutte le volte viene ripresa da Perugia, anche per errori gratuiti della battuta. Sul 17 – 21 la strada sembra in salita per Fei e compagni, Krsamnovic si prodiga in un monster block da manuale. Lanza vede una diagonale che la difesa biancorossa ignora, 18 – 22. Kooy ottimo servizio, ma Colaci prima e Lanza poi chiudono il punto. Leon chiude invece il set, 20 – 24 e set point Perugia. Un ace fortunoso di Krsmanovic da speranza, ma il solito Hoogendoorn è una spina nel fianco: 22 – 25, 2 – 0 Perugia.

TERZO SET

Sempre molto equilibrio in campo, Hoogendorn sfodera ancora un gran braccio, Scanferla tiene ma la schiacciata è out. 5 – 7 e Perugia non sembra dare segni di cedimento. Russo in primo tempo, ma Lanza sbaglia. Leon pure sbaglia la schiacciata, pareggio e speranza per allungare il più possibile la partita. Yudin tiene a -4 la propria squadra, ma Fei e compagni sembrano destinati a una veloce sconfitta. 16 – 22 Yudin ancora ben servito, ma il Russo nega qualsiasi possibilità di recupero, match point e Russo chiude a muro e finisce così, in un lampo.

Eppure Piacenza ha tenuto testa nei primi due set a Perugia, a tratti sembrava che potesse andare avanti, ma l’esperienza di Perugia e il blasone che può vantare sono stati determinanti. A Piacenza è mancato un Nelli a martellare, e la gestione complessiva della partita, sempre in mano agli umbri.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info
Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome