Gas Sales conquista le semifinali di Coppa Italia, Reggio Emilia asfaltata 3 – 0

Quarti di finale di Coppa Italia molto interessanti. Al PalaBanca arriva Reggio Emilia, squadra al momento quarta nel proprio girone e in cerca di riscatto dopo la sconfitta contro la capolista Brescia. In casa Gas Slaes morale alto, forte di 14 vittorie in campionato e solo 2 sconfitte.

Inizio mediocre per Piacenza, che subisce un parziale di 1 – 3, ma il servizio fuori di Sesto e la schiacciata senza muro Fox Fei ristabiliscono la parità. Grandissimo servizio di Igor Yudin e sorpasso Gas Sales avanti 5 – 4. Tondo mura e piccolo parziale guadagnato dalla squadra di casa. Fallo in palleggio di Paris poi Fei riesce a trovare quel pizzico di mani per ottenere il punto. 7- 6 e grande equilibrio in campo sinora, Fei ancora protagonista con una schiacciata il cui muro non può che mandare fuori il pallone, Paris ci mette del suo in seguito nell’ace, ma sbaglia il servizio successivo. Ancora due punti di vantaggio per Gas Sales. Ottimo servizio di Ippolito, ma la difesa piacentina regge bene l’urto e mette giù. Muro di Bellei e sempre due punti di vantaggio, 11 – 9. Piacenza riesce a mettere 4 punti tra se e Reggio Emilia grazie a Tondo e un muro confermato anche dal videocheck. Yudin spreca un servizio e Conad indietro solo di uno, pareggio di Benaglia che approfitta di una ricezione imperfetta della difesa piacentina. La squadra di Botti riesce a mantenere il break fino al 19 – 16, poi Sesto con un gran muro regala qualche speranza ai suoi, ma Yudin con una super schiacciata sul malcapitato Fabroni e una battuta perfetta di Beltrami portano avanti ancora la Gas Sales, che con Fei chiude la porta agli attacchi di Reggio, ormai fuori dal set, 22 – 17. L’errore di Bellini chiude definitivamente il set a favore dei padroni di casa, 25 – 20.

Secondo set equilibrato fino al 16esimo punto, quando la Gas Sales ingrana la marcia e va a tutto gas. Ottima prestazione di squadra, Fei un martello in attacco, ma ottimo lavoro anche da parte di Paris. Conad Reggio Emilia che si riprende, gran muro di Canella sottolineato dall’esultanza, Piacenza avanti 20 – 17. Pareggio sul 22 dopo una bella reazione di Reggio, Tondo ristabilisce il vantaggio, ma Yudin sbaglia il servizio successivo. Sbaglia anche Bellini e regala un set point a Piacenza. Tondo non se lo lascia ripetere due volte, ace e 2 – 0.

Terzo set iniziato in salita per la squadra di casa, fuori l’attacco di Fei. Poi il solito Sesto va a chiudere il 2 – 3. Primo tempo di Tondo, che si ripete sul 5 – 3, buon parziale per gli uomini di Botti. Bellini ben servito da Fabroni mette giù, poi arriva il pareggio. 9 – 9, Yudin trova le mani del muro, Sesto mette giù un pallone molto combattuto, Fei d’astuzia trova l’angolo giusto dove infilare il pallone, quasi una giocata da beach volley la sua. Conad ora avanti 10 – 11, ma Yudin non ci sta e scaraventa un pallone priam per terra e poi in tribuna. Bruttissimo errore dello stesso giocatore russo in battuta. Poi bel pallone confezionato dall’asse Paris – Tondo, Gas Sales che non riesce ad approfittare dei buoni momenti della gara per allungare, e Reggio ne approfitta. Set giocato punto a punto, Gas Sales ancora avanti con una giocata da beach su ricezione imperfetta, ma ancora punto Conad con Bellini. Sul 15 – 15 Fabroni spreca il servizio e Gas Sales con un’altra occasione per allungare, sprecata. Ippolito sbaglia la battuta, Yudin poi mette giù un pallone giocato a viso aperto da entrambe le compagini, e Mastrangelo chiede time out. Doppio vantaggio che diventa triplo grazie al muro di Tondo, finito nella voragine lasciata da Reggio. 19 – 16, buon primo tempo di Benaglia, 20 – 18, out l’attacco di Tondo. Mercorio fa scoppiare di gioia il PalaBanca, altro punto conquistato con le unghie e con i denti. 21 – 20. Sul 25 – 20 chiesto il videocheck che da ragione a Reggio, gioia soffocata, 24 – 21. Partita chiusa 25 – 21 e nuovo appuntamento con la Coppa il 23 gennaio. 

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1656441
Email: redazione@piacenzaonline.info

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome