La Lega stravince in Provincia di Piacenza, raggiunge il 45%. Pd al 19%, i dati

La Lega stravince in Provincia di Piacenza, raggiunge il 45%. Pd al 19%, i dati

Il partito di Matteo Salvini continua ad attirare consensi, soprattutto alle nostre latitudini. A Piacenza e provincia nelle 303 sezioni delle Europee conquista ben 62 mila 647 voti, pari al 45%, mentre il PD si ferma al 19% con oltre 26 mila preferenze. Più staccati tutti gli altri, secondo i dati del Ministero dell’Interno. Nel Comune di Piacenza il Carroccio arriva al 38%, mentre a Castel San Giovanni, sede dell’ultimo comizio di Salvini, una persona su due ha votato Lega e Salvini.

Consultando i valori delle scorse tornate (anno 2014), si nota come siano cambiati i valori in campo: all’epoca il PD aveva il 41%, mentre il Carroccio si fermava al 10%.

Paragonando il risultato di Piacenza con quello regionale si vede uno scarto notevole: la Lega, pur essendo primo partito, raggiunge il 33% e 759 mila voti, il PD arriva al 31%. 

In Regione l’ “l’onda verde” colpisce tutte le province, tranne quella di Ravenna, dove il Partito Democratico batte di poco la Lega (34% – 32%). Per il resto i risultati superano tutti il 35% ovunque. Piacenza la provincia più leghista.

Il risultato nazionale parla chiaro: Lega prima col 34% e oltre 9 milioni di voti, PD al 22% e Movimento 5 Stelle fortemente ridimensionato al 17%. Per capire come in pochi anni sia cambiato il vento, si nota che nel 2014 la Lega aveva solo il 6%, il PD era al 40%. Un risultato che fa riflettere sull’elettorato italiano e su come il voto possa fluttuare velocemente.

“Ringrazio chi c’è lassù, e non aiuta Matteo Salvini e la Lega ma aiuta l’Italia e l’Europa a ritrovare speranza e orgoglio”, questo il commento a caldo di Salvini dopo la vittoria. Ricordiamo che per sapere i risultati delle Amministrative bisogna attendere lo spognio delle 14.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome