Martedì l’ultimo addio a Corrado Sforza Fogliani

I funerali si terranno alle 11 in Santa Maria di Campagna, basilica a cui l'avvocato era molto legato. Oggi la visita al feretro da parte del presidente ABI Patuelli. Il cordoglio del Vescovo Cevolotto

Abbiamo pensato di ricordare così Corrado Sforza Fogliani, con questa foto scattata solo pochi mesi fa, mentre – divertito come non mai – era salito ancora una volta su una due ruote. Non era la sua gloriosa moto di quarant’anni fa bensì una ben più silenziosa Vespa elettrica quella del suo stretto collaboratore, l’avvocato  Gianmarco Maiavacca. Nonostante la differenza di cavalli e la mancanza di un degno ruggito … non si era fatto sfuggire l’occasione di salire a bordo da passeggero.

Lo immaginiamo con quello stesso sorriso ora, mentre compie il suo ultimo viaggio e strada facendo legge la rassegna stampa dei fogli locali e nazionali con tanto spazio a lui dedicato. Lo immaginiamo apprezzare tanti messaggi di stima ed affetto nei suoi confronti ed al contempo ridere di gusto davanti a talune condoglianze da parte di persone che nella vita lo avevano osteggiato, magari solo per partito preso: ci fosse Twitter dove sta andando, ne leggeremmo delle belle.

Martedì sarà il commiato definitivo dalla famiglia, dalla Banca, dai colleghi, dalla città e si terrà, come era scritto nelle cose, in Santa Maria di Campagna, basilica a cui l’avvocato era fortemente legato.

Qui, da anni, per sua volontà, si teneva il concerto d’auguri di Natale, così come quello di Pasqua. La Banca di Piacenza aveva totalmente finanziato la Salita al Pordenone, regalando alla città (così come a tanti turisti) una nuova visuale sui magnifici affreschi della cupola.

Una manciata di mesi fa fra le navate di questa chiesa erano risuonate le ammalianti note di Patti Smith, il cui concerto il Presidente aveva appoggiato senza riserve, cogliendo al volo la “folle idea” lanciata dai suoi collaboratori. In via Campagna, infine, si sta svolgendo il ricchissimo calendario di eventi messo in pista (sempre dalla Banca) per festeggiare i 500 anni dalla fondazione della Basilica.

I funerali avranno luogo martedì 13 dicembre, alle ore 11.00, mentre domani, lunedì 12, alle ore 18.30 in casa, in via Garibaldi 36, a Piacenza sarà recitato un santo rosario.

La visita di Antonio Patuelli, presidente ABI

«E’ la prima volta che vengo a Piacenza senza che ci sia Corrado ad accogliermi».

Era affranto il presidente dell’Abi-Associazione bancaria italiana Antonio Patuelli, giunto questa mattina da Ravenna per testimoniare la sua vicinanza alla famiglia e alla Banca di Piacenza dopo la scomparsa del presidente Sforza Fogliani, mancato ieri pomeriggio dopo una breve malattia. Accolto dal presidente del Cda dell’Istituto di credito Giuseppe Nenna e dal vicedirettore generale Pietro Boselli, il presidente Patuelli ha fatto visita al feretro nell’abitazione di via Garibaldi e dato un forte abbraccio alla moglie Antonietta e alla figlia Maria Paola.

Amico da lunga data, Patuelli ha condiviso con il presidente tante battaglie: con il Partito liberale prima e con l’Abi poi (di cui l’avv. Sforza è stato fino a luglio uno dei vicepresidenti). «Solo lunedì scorso – spiega il presidente Abi con la voce rotta dall’emozione – avevo letto la sua consueta rubrica sulla casa de il Giornale. Non ho avuto la percezione della gravità del suo stato di salute. Apprendere della sua scomparsa ha avuto l’effetto di una saracinesca che si abbassa di colpo. Di recente abbiamo lavorato insieme ai libri dedicati a Einaudi. In Abi il suo aiuto era preziosissimo quando si parlava di regole: della legislazione bancaria conosceva tutto, ed era un punto di riferimento fondamentale».

Patuelli non ha avuto dubbi: «Ci lascia un’eredità morale che dovrà guidarci nelle nostre azioni future. Non potrò partecipare ai suoi funerali, perché martedì ho un incontro con il ministro Giorgetti sulla Finanziaria. Me ne dispiaccio, ma è come se sentissi la sua voce che mi dice: “E’ molto meglio che tu vada all’incontro col governo a difendere le banche».

Intanto continuano ad arrivare da Piacenza come dal resto d’Italia messaggi di cordoglio a partire da quello del vescovo di Piacenza-Bobbio Mons. Adriano Cevolotto

“La diocesi di Piacenza-Bobbio esprime un sentito cordoglio per la morte dell’avv. Corrado Sforza Fogliani. Attraverso il suo costante impegno in campo civico, culturale ed economico ha scritto una pagina importante nella storia piacentina del dopoguerra. Inoltre, nella veste di Presidente della Banca di Piacenza, prezioso è stato il suo contributo nella conservazione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico rappresentato anche da numerosi beni mobili e immobili ecclesiastici.

Grati del costante sostegno che ha saputo offrire alla vita della nostra Chiesa diocesana, lo affidiamo al Signore della Vita nel quale ha creduto e sperato. Alla moglie Maria Antonietta, alla figlia Maria Paola e a tutti i suoi famigliari assicuriamo un ricordo nella preghiera. Maria, madre di misericordia, doni loro pace e consolazione”.

Robert Gionelli Delegato Provinciale CONI: “La scomparsa dell’avv. Corrado Sforza Fogliani, un grande piacentino che credeva nei valori dello sport”

“La scomparsa dell’avv. Corrado Sforza Fogliani lascia un profondo vuoto non solo nel mondo economico, sociale, politico e culturale, ma anche in quello dello sport piacentino.

I suoi molteplici impegni e i suoi numerosi e prestigiosi incarichi, infatti, non gli hanno mai impedito di fornire un costruttivo e generoso apporto al contesto agonistico del nostro territorio, sia a livello professionistico che dilettantistico e giovanile. Una vicinanza figlia non solo della sua passione sportiva coltivata negli anni giovanili, ma anche della condivisione di quei valori sociali, culturali ed educativi che sono propri del mondo sportivo. Valori che l’avv. Sforza Fogliani volle evidenziare anche in occasione dell’ultima edizione del Gran Gala dello Sport biancorosso.

Personalmente perdo un punto di riferimento, un maestro che ha saputo farmi da guida  facendomi crescere professionalmente e anche come uomo.

A nome di tutto il mondo sportivo piacentino che ho l’onore di rappresentare esprimo vicinanza e cordoglio a tutti i suoi familiari”.

Publicità
Articolo precedenteI messaggi di cordoglio per la scomparsa di Sforza Fogliani
Articolo successivoIl sindaco Tarasconi in consiglio comunale ha ricordato Corrado Sforza Fogliani
Giornalista professionista si è laureato in giurisprudenza presso l’Università di Bologna. Ha inoltre ottenuto il Diploma in Legal Studies presso la Cardiff Law School - Università del Galles (UK). Ha iniziato la sua carriera come collaboratore del quotidiano di Piacenza Libertà. Dopo un corso di giornalismo radiotelevisivo ha svolto uno stage presso l’emittente Telereggio divenendone prima collaboratore e poi redattore. Successivamente ha accettato l’incarico di direttore generale e direttore editoriale di Telecittà emittente regionale ligure, dove ha lavorato per tre anni. E’stato quindi chiamato dalla genovese Videopiù ad assumere il ruolo di responsabile delle sedi regionali di SkyTG24 affidate in outsourcing alla stessa società. Trascorsi cinque anni è rientrato nella nativa Piacenza avviando una attività imprenditoriale che lo vede tuttora impegnato. Ha fondato PiacenzaOnline, quotidiano di Piacenza di cui è direttore responsabile. Ha collaborato con l’Espresso e con Avvenire oltre che con Telemontecarlo - TMC News come corrispondente dall’Emilia ed ha lavorato come redattore presso Dodici-Teleducato Parma. Appassionato di Internet e di nuove tecnologie parla correntemente inglese. Sposato, ha due figli.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome