L’azienda di macchine utensili MCM a Vigolzone apre le proprie porte mostrando il suo lato “umano”

L'AD Giovanelli: "La diversificazione ci ha condotto verso nicchie confortevoli di mercato". Fogliazza (Mce): "La macchina è importante, ma l'uomo è colui che prende decisioni ad alto valore aggiunto"

In piedi a sinistra Gian Luca Giovanelli, amministratore delegato MCM. A destra Giuseppe Fogliazza, direttore generale di Mce, divisione software di Mcm

MCM apre le proprie porte. Il 9 maggio scorso una delegazione di giornalisti specializzati nel settore delle macchine utensili e delle tecnologie si sono recati presso l’azienda di Vigolzone per vederne la crescita e i progressi fatti negli ultimi anni. Ad accoglierli Gian Luca Giovanelli, amministratore delegato, e Giuseppe Fogliazza, direttore di MCE Srl, divisione software di MCM, oltre al settore Commerciale e Marketing. Presenti le testate Macchine Utensili, Newsmec, RMO, TECN’E’, Tecnologie Meccaniche, oltre a Confindustria Piacenza.

Giovanelli in apertura ha voluto sottolineare alcuni dati importanti, come l’aumento di fatturato dell’azienda (passata dai 46 milioni di fatturato del 2014 ai 110 milioni previsti per quest’anno) e l’aumento dei dipendenti (da 220 a 370). Una crescita costante dovuta ad alcuni elementi: “Le esperienze diversificate, – specifica Giovanelli – ci hanno concesso di essere presenti in alcune nicchie confortevoli di mercato. L’alta qualità del prodotto è sempre stata tale, l’azienda ha saputo abbinare peculiarità e competenze a una buona gestione manageriale. L’obiettivo attuale è di consolidare ciò che è stato conquistato”.

Si parla nello specifico di circa 2500 macchine (centri di lavoro) installate in 30 Paesi. “Una gamma estesa, per consentire una personalizzazione per il cliente potenzialmente infinita. Tutti i centri di lavoro e gli elementi di automazione sono basati su design MCM, la cui tecnologia punta all’integrazione dei sistemi, dove siamo competitivi a livello globale”.

MCM ha recentemente partecipato al CIMT, fiera cinese del settore a cui l’azienda tiene particolarmente, in quanto la Cina rappresenta un mercato emergente e a cui deve circa un quarto del proprio fatturato. Tuttavia la Direzione MCM ha da sempre voluto mantenere le proprie radici ben radicate in Valnure, in un’ottica “glocal” che consente di valorizzare l’artigianato e il know how locale all’interno di un contesto globale come quello che si prospetta oggigiorno.

In questo senso il desiderio comune è quello di un ampliamento fisico dell’azienda, in modo tale da consentire agli addetti un maggiore raggio di azione nelle vicinanze delle isole di produzione e un continuo ingresso di nuove commesse su cui lavorare.

“Non siamo un’azienda piccola – rimarca Giovanelli -, abbiamo una struttura che ci permette di articolare correttamente le molteplici competenze e allo stesso tempo di essere snella e veloce nelle decisioni”.
Durante la visita agli stabilimenti, condotta da Ferruccio Rossi Sales manager, si nota la varietà delle commesse in produzione, alcune decisamente complesse, oltre ai nomi di alcuni clienti: i protagonisti a livello mondiale nei settori Aerospace e Automotive. La visita è proseguita da SA-GI di Sartori a Vigolzone, una realtà locale che ha saputo cogliere le opportunità di flessibilità e autonomia produttiva offerte dai centri di lavoro MCM altamente automatizzati.

IL SOFTWARE MCM
Un punto su cui Giuseppe Fogliazza ha voluto porre l’accento è l’apporto del personale umano. “Vendere automazione non significa solo parlare di meccanica, ma si devono immaginare sistemi in cui l’essere umano può portare un contributo fondamentale”. Da qui l’idea dello Human Centre Manufacturing, ambiente in cui l’uomo è colui che “prende le decisioni ad alto valore aggiunto e risolve i problemi”, grazie all’ausilio del software jFMX, della stessa MCM, in grado di elaborare i flussi informativi, oltre a “rendere disponibile la flessibilità potenziale della macchina”. 

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1656441
Email: redazione@piacenzaonline.info

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome