Niente più bollo per le auto elettriche in Emilia Romagna (dal prossimo bilancio)

Approvata risoluzione per chiedere soppressione tassa automobilista per veicoli elettrici. L’obiettivo è mettere risorse a bilancio già nel 2019

Niente più bollo per le auto elettriche in Emilia Romagna

Si avvieranno al più presto tutte le azioni necessarie per arrivare entro il prossimo bilancio all’eliminazione del bollo auto per sempre per chi acquista un’auto elettrica.

La Commissione Bilancio ha approvato oggi la proposta di Giulia Gibertoni (5 Stelle) sullo sviluppo della mobilità sostenibile contenuta in una risoluzione che era stata già presentata in aula nelle scorse settimane.

“Fino ad oggi l’esenzione dal pagamento del bollo era previsto al massimo per 5 anni dall’acquisto dell’auto elettrica. Grazie alla nostra risoluzione, invece, la Regione chiederà allo Stato di estendere questo bonus per tutta la durata della vita dell’auto – spiega Giulia Gibertoni – Si tratta di un risultato molto importante perché rappresenterà un incentivo sempre maggiore per permettere lo sviluppo e la diffusione di una mobilità realmente sostenibile ed ecologica. L’eliminazione del bollo, d’altronde, è il primo passo verso questo traguardo visto che a questo punto ci aspettiamo anche l’individuazione di fondi ad hoc per incentivare l’acquisto vero e proprio dei nuovi mezzi ad energia pulita. Lo dobbiamo al miglioramento della qualità dell’aria in Emilia-Romagna, la prima e prioritaria emergenza di questo territorio”.

Come specificato nella risoluzione approvata questo pomeriggio in Commissione, il Piano Energetico Regionale ha fissato che entro il 2020 il 20% delle auto immatricolate dovranno essere elettriche il 40% nel 2030. “Tutti obiettivi che se dalla carta si vogliono trasferire nelle realtà hanno bisogno di un provvedimento concreto che oggi grazie alla nostra risoluzione crediamo di aver individuato – conclude Giulia Gibertoni – Per questo ci aspettiamo che già dal prossimo bilancio la Regione individui le risorse necessarie per applicare fin da subito questo provvedimento così come avviene in altre realtà come per esempio in Piemonte e in Lombardia e mettersi finalmente al passo di altri Paesi europei, come la Germania, dove le politiche di incentivi stanno danno risultati incoraggianti e grazie alle quali si prevede tra poco più di 10 anni che su strada circolino in grande maggioranza solo auto elettriche”.

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here