PD: ““Piacenza ha bisogno di un sogno e di azioni concrete per tornare ad essere al passo con i tempi”

Il Partito Democratico provinciale si riorganizza, sotta la guita di Silvio Bisotti, e punta ad "un progetto per Piacenza aperto a nuove energie culturali, civiche e associative"

Partito democratico Piacenza sede

Un grande progetto per Piacenza aperto a nuove energie culturali, civiche e associative coerenti con le priorità indicate dal nuovo governo regionale da avviare e attuare a partire dalla riorganizzazione del Pd: questo in sintesi il mandato ricevuto l’altra sera da Silvio Bisotti da parte della Direzione provinciale al termine di un articolato confronto: mandato sugellato da un voto pressoché unanime ( tre astenuti).

Nell’immediato verrà quindi riorganizzato l’esecutivo provinciale  “in vista di un più efficace lavoro di squadra con i segretari di circolo, gli amministratori  di centro sinistra con la consigliera regionale eletta il 26 gennaio Katia Tarasconi” secondo le parole dello stesso Segretario che ha inoltre  espresso apprezzamento per le scelte di Bonaccini nella composizione della Giunta regionale con particolare riferimento alla figura di Vincenzo Colla che “per la sua approfondita conoscenza della nostra realtà  provinciale e per le deleghe assegnate sarà una ulteriore opportunità per il sistema piacentino nel dialogo con la Regione”.

Il progetto che il Pd si propone di attuare viaggia su alcune parole chiave quali: persone, responsabilità, programma, la prima declinata come capacità d’ascolto, la seconda da esercitarsi anche attraverso un vero e proprio coordinamento dei Sindaci e amministratori del centro sinistra a tutti i livelli ed in forma stabile, in coerenza con quanto proposto da Zingaretti a livello nazionale, la terza da sviluppare a partire da una visione strategica, nuova e coraggiosa. “Piacenza ha bisogno di un sogno e di azioni concrete – ha concluso il Segretario provinciale del Pd- che le consentano di tornare ad essere una città al passo con i tempi”

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome