Primi 3 punti pieni della Gas Sales in stagione: 3 – 1 su Verona e morale ritrovato

Vero è che le ultime due sconfitte venivano contro la prima e la terza, ma la Gas Sales Piacenza deve tornare a spingere su quel gas se vuole risalire la china. 4 sconfitte nelle ultime 5 partite non sono un bel biglietto da visita in vista della partita casalinga con Verona, in cui Gardini ha disperato bisogno di 3 punti per rimanere agganciato al sogno playoff, ora distante 6 punti (dove si trova Verona), sempre considerando che Latina e Vibo hanno partite da recuperare.

L’equilibrio iniziale si spezza sul 3 pari: parziale di 3 punti e Verona è già sul 3 – 6, Nelli aggiunge un suo errore (incomprensibile) sulla schiacciata e Gardini corre ai ripari chiamando timeout. Berger d’esperienza cerca e trova un mani fuori, ma Spirito d’astuzia sul secondo tocco ricaccia Piacenza indietro. Piacenza rosicchia un cambio palla grazie a una pipe, Nelli aggiunge un monster block, ma Piacenza arranca ancora, a -4 (7 – 11). Krsmanovic blocca l’attacco di Boyer e Piacenza rosicchia ancora un punto, 11 – 14 e primo timeout Verona, forse qualcosa da sistemare in casa veneta.

Nelli ottimo trova un altro mani fuori e ora Piacenza va -2, secondo timeout Verona. Qualcosa non torna, e Piacenza infatti in chiusura di set mette il turbo e sul filo di lana riesce a portarsi avanti 25 – 23.

Secondo set equilibrato, ma Piacenza continua a spingere senza sosta, svolta sull 11 – 9 quando Verona chiama nuovamente timeout dopo il monster block di Kooy. L’allenatore di Verona è visibilmente preoccupato anche dopo il maestoso ace di Nelli, +3 Piacenza. Calo in mezzo al set, con Verona che va avanti anche di 4, ma la capacità di soffrire per Piacenza è inesauribile, ed esce ancora dal pantano in cui si era cacciata. Nelli sigla l’ace del set point, una smanacciata di troppo, ma la pipe di Kooy chiude il conto, 26 – 24 e Piacenza lanciata verso i 3 punti tondi da inizio campionato, forse.

Terzo set di “riposo” per la Gas Sales, che rallenta decisamente il ritmo e Verona ne approfitta, 20 – 25.

Quarto set che inizia col piede giusto: monster block di Krsmanovic e Gas Sales subito avanti 3 – 1. Kooy fa invasione ma il punto è combattutissimo, altro monster block di Berger e Piacenza rimette il naso avanti, ci si mette anche la fortuna: nastro pieno per Kooy, il pallone danza sopra la rete e cade nel campo di Verona, che aiuta con già due errori in battuta. 7 pari, Piacenza c’è ma serve l’allungo: pipe di Kooy dopo un bellissimo attacco di Krsmanovic, furbo sul pallone vagante successivo per il 10 – 8. Altro pallone regalato in battuta, Stankovic respinge l’attacco e ora sono 3 i punti di vantaggio, Piacenza ci crede e Verona è preoccupata, timeout.

Altro regalo di Verona in battuta, il quarto nel set, cui risponde quello di Kooy. Krsmanovic ancora a muro, tutto solo, porta Piacenza sul 15 – 11. Kooy si prodiga nuovamente nella specialità della casa: pipe ottimamente costruita. il 18 – 13 è figlio di una bellissima difesa di Scanferla e un attacco devastante di Kooy. Piacenza sta volando, 19 – 13, pallone che tocca l’asticella.

Doppio salvataggio di Scanferla, ma Verona porta a casa il 20 – 14. Krsmanovic ancora on fire, altro colpo di fortuna per Piacenza, Nelli tocca, il pallone in bilico sulla rete cade a Verona e mancano solo due punti per la festa, 23 – 15. Kooy porta a casa il punto della vittoria, finalmente una partita “tranquilla” per la squadra di Gardini, che scaccia via la crisi e allontana le zone bassissime della classifica, rilanciandosi invece almeno per un posto ney playoff, ora a soli 3 punti.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info

 

 

 

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome