Proseguono i controlli antidegrado della Polizia Municipale

Controlli della Polizia Municipale di Piacenza

Nei giorni scorsi, durante i consueti controlli stradali e antidegrado effettuati in città, agenti della Polizia Locale hanno fermato e condotto in Questura due cittadini stranieri al fine di accertarne l’identità e verificare la regolarità del permesso di soggiorno. Al primo dei due, di nazionalità dominicana e domiciliato a Piacenza, nei confronti del quale a suo tempo era stato emesso un ordine di rintraccio per la comunicazione dell’atto di respingimento della richiesta di permesso di soggiorno, è stato notificato l’invito a lasciare il Paese entro 15 giorni. Al secondo, brasiliano e domiciliato a Milano, è stato notificato l’invito a presentarsi presso la Questura di Pavia per procedere alla regolarizzare la sua posizione in Italia. Sabato scorso, inoltre, gli agenti in piazza Duomo durante il mercato settimanale hanno sequestrato la merce esposta da parte di un venditore abusivo: venti borse da donna e tre profumi falsi o di dubbia provenienza. Quando è scattato il controllo della pattuglia, il venditore abusivo si è allontanato prima di essere fermato mimetizzandosi tra la folla. Infine, sempre nel corso della settimana, la Polizia Locale ha emesso  un ordine di allontanamento (Oda) a un cittadino nigeriano residente a Cremona per questua molesta in centro storico, persona  alla quale erano già stati notificati altri quattro precedenti Oda: la sua posizione è ora al vaglio della Questura per eventuali altri provvedimenti.

“L’attività della Polizia Locale – dichiara l’assessore alla Sicurezza urbana, Luca Zandonella – è costante e ogni giorno è impiegata su più fronti; fin dall’inizio del mandato stiamo predisponendo servizi, sia in pattuglia che in borghese, per il contrasto ai fenomeni dell’abusivismo e del disturbo della popolazione in diverse modalità, come da preciso impegno preso con i cittadini e con i commercianti e ambulanti regolari. Ringrazio gli agenti perché i vari fermi di persone extracomunitarie non sono sempre situazioni facili da gestire: continueremo sicuramente nella direzione della fermezza per il contrasto alle varie forme di abusivismo”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome