Il racconto “Un angelo senza ali” ed il fumetto “L’unione fa la forza” vincono il premio letterario Giana Anguissola

Il primo premio per la categoria scrittura  è andato ad Alessandro Triscornia, della scuola Dante Carducci, con il racconto "Un angelo senza ali”. Nella categoria segni il primo premio ad Estella Dallagiovanna e Giorgia Sigismondi, della scuola Calvino, autrici di un fumetto. LE FOTO

Si è tenuta, questa mattina, presso il salone monumentale di Palazzo Gotico, la premiazione del concorso letterario Giana Anguissola, giunto alla 14° edizione.

Dopo gli studenti delle superiori, oggi, è stata la volta dei ragazzi delle scuole medie. Anche per loro il tema da seguire era quello degli “eroi fragili, con lo sguardo puntato sul futuro”.

Ospite Fabio Geda

Ospite d’onore dell’evento, aperto dal sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, è stato lo scrittore ed educatore Fabio Geda; torinese, si occupa di disagio minorile e animazione culturale, collabora stabilmente con la Scuola Holden e il Circolo dei Lettori del capoluogo piemontese ed è stato finalista al Premio Strega con il suo primo romanzo, “Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani”, pubblicato nel 2007 da Instar Libri (ora Feltrinelli). Il successivo “Nel mare ci sono i coccodrilli”, edito da Baldini e Castoldi Dalai nel 2010, è stato tradotto in 28 Paesi, particolarmente diffuso nelle scuole italiane e portato in scena in numerosi spettacoli teatrali, entrando nuovamente tra i finalisti al Premio Strega. Sulla sua esperienza di educatore, nel 2019 ha pubblicato con Solferino “Il demonio ha paura della gente allegra. Di don Bosco, di me e dell’educare”.

Il concorso Giana Anguissola è promosso dal Comune di Piacenza e dalla Biblioteca Passerini Landi in collaborazione con Equilibri, con il contributo dell’Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia Romagna.

Ma passiamo ai vincitori che sono stati premiati da Fabio Geda e Riccardo Kufferle, figlio della scrittrice Giana Anguissola.

Gli studenti premiati

Il primo premio per la categoria scrittura (161 punti)  è andato ad Alessandro Triscornia della scuola Dante Carducci, classe 3° H, insegnante Marica Cavazzi. Il suo testo (prosa) intitolato “Un angelo senza ali” è stato premiato con la seguente motivazione «Per la rielaborazione efficace del tema proposto, attraverso una narrazione controllata e ben costruita, una trama originale e un finale non scontato».

Il secondo e terzo premio sono entrambi andati a due studenti della scuola Anna Frank Alice Corradi (prosa “La mia Eroina” Classe 1° M – professoressa Poggi) e  Federico Belleri (poesia, “Tilly” – 2° L – professoressa Marina).

Nella categoria Segni il primo premio (154 punti) è andato ad un fumetto intitolato “L’unione fa la forza” elaborato da Estella Dallagiovanna e Giorgia Sigismondi (Classe 1° D – Scuola I. Calvino, Via Stradella – prof.ssa Ulivieri) con la seguente motivazione: «Quando siamo in difficoltà, a volte bastano un’amica e un mantellino… e tutto si risolve. Per l’originalità e la simpatia del tema e la curata scelta dei colori».

Il secondo premio è andato a Lorenzo Cardone, 1° B sempre della scuola media Calvino (professoressa Del Re), con un fumetto, mentre la terza piazza è stata appannaggio di un disegno opera di Carolina Egeste, scuola Anna Frank, 1° M, prof. Poggi.

Vincitrice del campionato di lettura 2019 è risultata la classe 1°A della Scuola Faustini – Nicolini.

Vincitore del Concorso “Raccontami la storia di Piacenza” è risultato il testo “L’esecuzione” di Davide Migliorini, Alan Pedrocca, Gabriele Rebessi e Sara Sahbani.

Foto PiacenzaOnline e Carlo Pagani

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome