Enter your email Address

Pubblicità
Home Emergenza Coronavirus Vaccinazione del personale scolastico: prenotazioni sospese. Riprenderanno in settimana

Vaccinazione del personale scolastico: prenotazioni sospese. Riprenderanno in settimana

Secondo l'azienda sanitaria il 50% dei lavoratori della scuola avrebbe già un appuntamento fissato. I sindacati dei medici di medicina generale parlano di confusione e disinformazione

Pubblicità

Come abbiamo avuto occasione di scrivere, più volte, su PiacenzaOnline, l’avvio della vaccinazione di insegnanti e personale della scuola in Emilia Romagna ed a Piacenza è stato caratterizzato da informazioni contraddittorie e da tante pecche organizzative. I medici di famiglia che avrebbero dovuto essere il perno di questa fase, sono stati lasciati senza vaccini (o per lo meno con un numero insufficiente a soddisfare le richieste) e non hanno ricevuto informazioni chiare e tempestive (a partire dagli elenchi degli aventi diritto).

A parlare di confusione e disinformazione sono anche i sindacati di categoria dei medici di medicina generale che hanno diffuso un documento per nulla tenero con Regione ed Ausl. Nello stesso sottolineano come spesso gli studi dei curanti non siano sufficientemente grandi per gestire operazioni delicate come le vaccinazioni Covid (che vanno effettuate in sequenza ed entro sei ore dall’apertura delle fiale). Per questo avevano chiesto di poter vaccinare i propri assistiti presso i centri vaccinali ma evidentemente senza ricevere le attese risposte.

Davanti al cortocircuito informativo creato dagli annunci prematuri della Regione, davanti al caos che si è generato, molti medici curanti hanno preferito fare un passo indietro e rinunciare a vaccinare i propri pazienti, invitandoli a prenotarsi per l’inoculazione presso l’Arsenale.

Le innegabili pecche del coordinamento regionale e provinciale avrebbero meritato un “mea culpa” da parte degli enti coinvolti e conseguenti scuse che, al momento, non risultano pervenute.

In compenso l’Ausl di Piacenza, in serata, ha diffuso un comunicato stampa di non facilissima interpretazione in cui fa sapere che le prenotazioni riprenderanno nei primi giorni della prossima settimana senza specificare il perchè le stesse siano state sospese né se quelle sospese siano le prenotazioni in farmacia o anche quelle presso il proprio medico.

La nota, in apertura,  parla genericamente di pazienti “già in lista per essere vaccinati presso i propri medici di medicina generale” (dunque ancora in attesa di una data precisa?). Infine afferma che “quasi il 50 % dei lavoratori della scuola ha già la data certa di vaccinazione”.

Considerando che gran parte dei medici di famiglia ancora non ha fissato appuntamenti se ne deduce che la fetta più consistente degli insegnanti si sia prenotata in farmacia o presso i Cup o con Cuptlel e dunque verrà vaccinata presso l’ex Arsenale mentre lo sbandierato coinvolgimento dei medici di famiglia appare sempre più residuale.

Questo il comunicato Ausl

«Quasi il 50 % dei lavoratori della scuola ha già la data certa di vaccinazione. Sono  molti coloro che, attraverso il contatto col proprio medico, sono già in lista per essere vaccinati poiché sono diversi i medici di medicina generale sia operanti in studi singoli sia nelle medicine di gruppo che hanno dato la loro adesione e che stanno organizzando le sedute vaccinali per i loro assistiti.

Gli assistiti di quei medici di medicina generale che non hanno la possibilità di vaccinare nel proprio studio sono stati invece prenotati presso i centri vaccinali dell’Azienda e qui le somministrazioni del vaccino sono già state programmate fino al prossimo 7 marzo. Le operazioni di prenotazione riprenderanno già nei primi giorni della prossima settimana e sarà cura dell’Azienda Usl dare tempestiva comunicazione di riapertura delle agende vaccinali.

La direzione aziendale ricorda che i lavoratori della scuola devono contattare il proprio medico di famiglia e, solamente se il professionista non ha la possibilità di eseguire la vaccinazione nel proprio studio, può rivolgersi alle farmacie, agli sportelli Cup o al Telecup (numero verde 800.651.941)  per prenotare la vaccinazione».

Pubblicità

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome

Exit mobile version