Vademecum per Neet e Mezzogiorno dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro

Vademecum incentivi lavoro Neet e Mezzogiorno

Un tema caldo della campagna elettorale è stato quello del lavoro, accreditato da più parti come uno dei motivi del successo del MoVimento 5 Stelle. Recentemente è stata pubblicata una circolare della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro che conteneva una serie di domande ricorrenti a cui si è cercato di rispondere con chiarezza e precisione, con particolare riferimento agli incentivi per l’occupazione dei Neet e del Mezzogiorno.

Possono accedere a questo incentivo tutti i lavoratori privati che assumono lavoratori con le caratteristiche necessarie. Possono non essere necessariamente imprenditori e si aggiunga, non sono obbligati legalmente ad assumere. Gli studi privati possono accedere a questo incentivo. L’Ente pubblico non economico non ha diritto a questa possibilità, in quanto pubblico.

Possono essere assunte sulla base di questo incentivo persone disoccupate, a condizione che prestino l’attività nell’ambito territoriale di competenza. Devono avere un’età compresa tra i 16 e i 34 anni (fino a 34 anni e 364 giorni vale). Se invece alla data di assunzione hanno compiuto i 35 anni, devono dimostrare, oltre a essere disoccupati, di non essere retribuiti da almeno 6 mesi o di aver prestato attività lavorativa subordinata per meno di 6 mesi. Per “disoccupati” si intende coloro che sono privi di impiego e che dichiarano, in forma telematica, la propria disponibilità a lavorare.

Hanno diritto agli incentivi per Neet i seguenti tipi di assunzione: a tempo indeterminato, apprendistato professionalizzante, rapporti di lavoro instaurati. L’incentivo in questo caso spetta ai partecipanti al Programma Garanzia Giovani.

Per ulteriori informazioni sulla circolare QUI 

Le info sul programma Garanzia Giovani 

Per altre info 

Isole Åland
Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome