Viaggio inaugurale treni Rock e Pop. Il presidente Trenitalia Onesti: “Emilia Romagna sempre più ecosostenibile”

Tiziano Onesti, presidente di Trenitalia

Alla fine del viaggio inaugurale di questa mattina dei treni Rock e Pop, ha preso la parola anche il presidente di Trenitalia Tiziano Onesti. “Questi treni sono frutto della programmazione, due treni che sono gioielli di tecnologia, comfort e scarsamente impattanti. Con prestazioni di assoluto rilievo. L’Emilia Romagna si conferma una Regione che sfrutta appieno le potenzialità della mobilità collettiva, insieme all’utilizzo della bici, che dentro i treni Rock e Pop ha dei posti riservati”.

In conclusione Onesti ricorda un’intervista del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale sosteneva che la mobilità serve “per eliminare l’emarginazione, e favorire l’inclusione. Nessun territorio deve essere scollegato. Questa è la nostra missione”.

L’Amministratore Delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, sottolinea la priorità dell’azienda, ovvero i pendolari. “Orgogliosi di presentare i treni più scattanti d’Europa. Questa è l’Italia che lavora. L’investimento ci permette di avere una mobilità sempre più moderna, intermodale, integrata ed ecosostenibile, sono stati anche finanziati con green bond”. Un profondo cambiamento di paradigma nel trasporto regionale. “Un passaggio che si spera possa cambiare il modo di viaggiare – continua Iacono -, passando dall’auto al trasporto su rotaia”.

Il trend complessivo dei passeggeri trasportati, che comprende quindi sia la Rete Regionale che quella Nazionale, è cresciuto dal 2004 al 2017 di circa il 30%. Negli ultimi sei anni si assiste a una crescita graduale con un picco nel 2015. Da evidenziare il rilevante contributo dato alla crescita dai servizi che si svolgono sulla Rete Regionale che, rispetto al dato nazionale, nello stesso periodo di tempo è cresciuta del 20%. 

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome