Conferire la cittadinanza onoraria di Piacenza a Liliana Segre: lo proposta da 13 consiglieri comunali

"Ci è sembrato doveroso proporre il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre in segno di riconoscenza e ammirazione per il suo impegno e per il suo messaggio contro l’odio e l’indifferenza"

Conferire la cittadinanza onoraria di Piacenza a Liliana Segre. A proporlo sono i consiglieri comunali di minoranza di Piacenza Giorgia Buscarini, Stefano Cugini, Christian Fiazza e Giulia Piroli, (PD), Sergio Dagnino e Andrea Pugni (M5S), Luigi Rabuffi (Piacenza in Comune), Gianluca Bariola (La Piacenza del futuro), Roberto Colla (Piacenza Oltre), Massimo Trespidi e Mauro Monti (Liberi) oltre ai due consiglieri di maggioranza Antonio Levoni (Liberali Piacentini) e Michele Giardino (Gruppo Misto).

Proprio una delle promotrici, Giulia Piroli, ci ha spiegato il senso dell’iniziativa.

«Purtroppo le cronache ogni giorno rappresentano un Paese dove i crimini d’odio, le violenze razziste e l’intolleranza dilagano sempre più. Negli ultimi trent’anni, la senatrice Liliana Segre ha portato in tante scuole la sua testimonianza di ciò che fu l’Olocausto, delle orrende persecuzioni nei confronti degli ebrei e di coloro che si opposero ai regimi nazifascisti, impegnandosi nel coltivare e rafforzare la Memoria, da lei stessa definita “vaccino prezioso contro l’indifferenza”, mettendo in campo azioni concrete di aiuto alla diversità e condanna rispetto ad azioni  antidemocratiche e violenze, promuovendo campagne per i diritti umani e per debellare il razzismo e l’antisemitismo. Liliana Segre rappresenta una delle figure più nobili della Nazione e il suo impegno civile costituisce un esempio per il Paese e ciò deve essere di ispirazione a tutte le giovani generazioni. Considerato anche il suo impegno contro i cosiddetti hate speeches, ovvero discorsi d’odio (non solo sulla rete ma nella vita sociale in genere) ci è sembrato doveroso proporre il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre in segno di riconoscenza e ammirazione per il suo impegno e per il suo messaggio contro l’odio e l’indifferenza, nonché di solidarietà rispetto agli attacchi di cui è vittima negli ultimi tempi. Anche Piacenza potrebbe essere la scorta di Liliana Segre».

L’iniziativa ha trovato anche il plauso del Segretario provinciale del Pd Silvio Bisotti che così commenta l’ordine del giorno presentato ieri al Consiglio comunale «Esprimiamo gratitudine e apprezzamento per l’iniziativa dei consiglieri comunali di Piacenza che hanno proposto e sottoscritto la mozione per conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre.

L’auspicio è che altri Comuni si uniscano all’iniziativa dal forte significato simbolico. E’ una risposta forte a chi, in Italia ma non solo, cerca di imporre un messaggio culturale e quindi politico, teso a rovesciare la verità storica nel tentativo di annullare le responsabilità di chi portò il Paese e l’Europa alla rovina con il fascismo ed il nazismo. Il 10 dicembre il Sindaco di Milano con ANCI ha chiamato a raccolta tutti  i Sindaci, al di là degli schieramenti politici, per una iniziativa a sostegno di Liliana Segre e, attraverso questa limpida figura, a sostegno dei principi e dei valori europeisti e costituzionali. L’auspicio è che anche i Comuni piacentini siano rappresentati».

Publicità

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here