“Come se fossimo insieme”, le attività socio-ricreative del Comune arrivano via e-mail

Un appuntamento a cadenza regolare, ogni due o tre giorni, per restare in contatto e tenere compagnia alle tante persone che abitualmente fruiscono delle iniziative promosse dall’Ufficio Attività socio-ricreative: è “Buono a sapersi… come se fossimo insieme!”, una sorta di newsletter che gli operatori del servizio comunale hanno iniziato a spedire, da questa settimana, agli utenti di cui hanno l’indirizzo di posta elettronica. Con l’invito, rivolto a tutti coloro che vorranno iscriversi, a inviare una e-mail di richiesta a socioricreative@comune.piacenza.it .

“L’intento – spiega l’assessore ai Servizi Sociali Federica Sgorbati – è quello di offrire, in questo periodo di necessario isolamento domestico, un’opportunità di svago da condividere, ampliando i propri orizzonti e approfondendo la conoscenza del territorio anche se si deve restare in casa. Un modo semplice, ma diretto, per combattere il rischio della solitudine e per valorizzare il tempo che ciascuno di noi, nel rispetto delle regole imposte dall’emergenza, trascorre senza poter uscire ”.

Qualche esempio? Dal rimando a YouTube per guardare il documentario del Cineclub Cattivelli – a cura di Giuseppe Curallo e Camillo Piga – dedicato ai Vigili del Fuoco, alle immagini del sito web di Marco Stucchi che mostrano tutto il fascino di una Piacenza vista dall’alto del campanile del Duomo, sino al podcast “Il senso di Bruzzi per la campagna” che racconta, tra parole e musica, l’opera di Stefano Bruzzi. E’ così che, per i cittadini aderenti, grazie alla tecnologia si apre una finestra sulla nostra realtà: link a video, articoli e raccolte fotografiche per sentirsi, anche in questo modo, parte integrante della comunità.

 

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome