A tutto gas verso le semifinali playoff grazie a un Sabbi da videogame, Piacenza batte Brescia 3 – 0

Prova corale di un'altra categoria, la squadra di Zambonardi tiene botta solo nel primo set. Ottime prove per Paris (grande intesa con Sabbi) e Yudin. Giovedì al PalaBanca arriva Spoleto.

A tutto gas verso le semifinali playoff grazie a un grandissimo Sabbi e a una prova corale di un'altra categoria
Sabbi in schiacciata

“Raccogliete ciò che avete SEMInato”, appare sulle gradinate/casa dei Lupi Biancorossi, storica formazione di supporto alla pallavolo piacentina. E nulla potrebbe sintetizzare meglio il sentimento comune  che aleggia nell’aria da giorni, dopo l’amara sconfitta in casa sofferta dalla Gas Sales per mano di Brescia, prontamente riparata in trasferta solo qualche giorno dopo. Ora è il momento di dare gas verso le semifinali di A2, anche se il bersaglio grosso resta la promozione in A1, metro di misura per capire se la stagione è stata buona o meno.

Primo punto per Brescia, dopo un errore di Yudin in schiacciata (lunghissima). Gas Sales non si scompone si porta in vantaggio grazie a un bel servizio di Tondo. Subito chiamato un videocheck su servizio bresciano dato out dal direttore di gara, ragione a Brescia, ma Gas Sales combattiva e risponde punto su punto. Buon parziale piacentino, 6 – 3 e Brescia già costretta al timeout. Yudin si erge nuovamente a muro, Brescia non può che stare a guardare, Sabbi poi spreca in battuta. Piacenza mantiene il break di vantaggio grazie al solito Yudin in ottima forma e a qualche invasione di troppo da parte di Brescia.

Ottimo asse Paris – Sabbi e questi mette giù una gran palla, 13 – 11. Sempre due punti tra le formazioni, con Piacenza bene a muro e Bresica imperfetta nei dettagli. Senza contare un Sabbi in gran forma. Sul 20 pari Yudin si conferma con una schiacciata che va a lambire quel tanto che basta la linea di fondo campo per giocarsi il set. Sabbi continua a schiacciare bene, 22 – 21 Piacenza, Yudin sballa un pallone, richiesta una invasione che il videocheck non vede. Pareggio a quota 22, azione lunga ben gestita da Piacenza che conclude con Mercorio, serve il break decisivo.

Brescia non demorde, sorpassa Piacenza, 23 – 24 e Botti chiama un timeout che pare aver schiarito le idde ai giocatori in campo, Sabbi sfodera un missile che il muro bresciano può solo contenere e ribattere fuori dal campo. Si arriva al 25 – 25, Sabbi schiaccia il pallone come se se gli avesse fatto del male, Brescia recupera, tutto da rifare, Tondo ancora da un set point, ma lo stesso spreca in battuta. Sabbi ancora in gran forma su assist di Paris, il quale recupera un pallone che pareva destinato ad andare nel campo avversario. Annullato un altro set point, Yudin ci riprova, ennesima occasione: nulla da fare Yudin spreca nuovamente in battuta. Bisi da una mano, sbagliando a servizio, finalmente Piacenza mette giù il pallone che serviva con un ottimo Parsi a muro, 31 – 29 che fa bene soprattutto alla testa. Una vittoria di nervi che si spera bene augurante per il prosieguo del match.

Sabbi non fa rimpiangere Fei in panchina, ottimo inizio di Piacenza nel secondo set, 7 – 3. Yudin fortunato, la schiacciata colpisce prima il nastro destabilizzando la difesa bresciana. Piacenza dilaga nel secondo set, grazie a un ottimo Sabbi sia a muro che vicino rete, sul 16 – 9 Zambonardi chiede il timeout, Brescia a corto di ossigeno, non riesce a incidere come vorrebbe. Il set scivola via piuttosto tranquillo, Piacenza domina, Tondo mette la ciliegina sulla torta con due bellissimi ace del 23 – 15 e 24 – 15, portando Piacenza a ben 9 set point. Sabbi chiude il secondo set a muro, 25 – 16.

Parte bene anche il terzo set, con Piacenza che suona la carica e Brescia continua ad apparire fragile sotto i colpi di Yudin e Sabbi, 8 – 3 dopo un errore di Bisi: chiesto il videocheck, palla out di un soffio. Grandissima solidità in difesa per la squadra di Botti, 9 – 3 e gara ormai sui binari che portano alla semifinale. Buon ritorno di Brescia che mette insieme un buon parziale, Piacenza ancora avanti di 4, 11 – 7, Tondo è fortunato in schiacciata, palla sul nastro e poi a terra.

Sabbi gioca come in un videogame, a muro fa quasi quello che vuole, il 13 – 7 mette la sua firma. Bisi pesta la linea di attacco, facendo un grande favore a Piacenza. Brescia cerca di rimanere agganciata con un colpo da beach volley per il 17 – 12, Crosati trova la battuta buona, poi Sabbi dimostra nuovamente l’imparabilità dei suoi colpi. 18 – 14, Bisi in cattiva forma manda in rete, il videocheck da ragione a Piacenza su un tocco a muro che non c’era, Signorelli a muro tiene vivo il match sul 20 – 16. Tondo a muro, il solito Sabbi poi portano Piacenza al match point. Il primo va a vuoto, il secondo lo mette a terra Yudin per il 25 – 19. Grandissima Piacenza, il sogno promozione prosegue.

Appuntamento per giovedì 18 aprile al PalaBanca per la prima partita delle semifinali contro Monini Spoleto.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome