Giovani agricoltori in festa a San Protaso

Successo nella serata di ieri, al campo sportivo di San Protaso, per la festa di Coldiretti Giovani Impresa di Piacenza, il movimento giovanile guidato da Davide Minardi.

Oltre che per divertirsi è stata anche l’occasione per riflettere sul contributo delle nuove generazioni nel settore. L’Italia è al vertice in Europa per numero di giovani in agricoltura con gli under 35 che sono alla guida di 57.621 imprese nel 2018, in aumento del 4,1% rispetto all’anno precedente.  Numeri  significativi anche nel Piacentino, dove dal 2015 al 2018 sono nate quasi 200 nuove imprese grazie al sostegno finanziario del Psr.

“Al riguardo va ricordato – ha affermato Minardi – che fino al 22 ottobre è possibile presentare le nuove domande al bando per il primo insediamento 2019”.

Per il secondo anno, dunque, San Protaso ha ospitato il tradizionale momento di festa, che ha avuto inizio con un agriaperitivo ed è proseguito con la cena negli stand gastronomici e con birra e gelato a km zero, grazie alla presenza dell’azienda agricola “Green Dog Brewery” di Lugagnano e della gelateria di Campagna Amica “Mil Sabores” di Pontenure. 

A fare gli onori di casa, insieme a Minardi, sono stati il presidente provinciale Marco Crotti, il direttore Claudio Bressanutti e il segretario di Coldiretti Giovani Impresa Valerio Galli. Presente il movimento femminile, Coldiretti Donne Impresa, che ha allestito un angolo della festa.

Durante la festa – sostenuta anche da Condifesa e Vh Italia – è proseguita la raccolta firme della petizione europea “Stop Cibo Anonimo” per chiedere che venga esteso l’obbligo dell’etichetta d’origine su tutti gli alimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome