Piacenza punta alla terza “maglia rosa” del Giretto d’Italia, tutti in sella!

Piacenza punta alla terza

Un diminutivo in grado di coinvolgere tantissime città. Il Giretto d’Italia torna nella nostra città per promuovere uno stile di vita sano e soprattutto a bassissimo impatto ambientale.

Si tratta di una delle iniziative della Settimana Europea della Mobilità, che decreterà la maglia rosa della mobilità attiva e sostenibile. L’iniziativa è promossa a livello nazionale da Legambiente e VeloLove in collaborazione con Euromobility, l’associazione italiana dei mobility manager, col contributo di CNH Industrial.

A Piacenza invece i sostenitori sono, oltre alla stessa Legambiente, CEAS Infoambiente, AUSL, FIMP, Liceo Gioia, Liceo Respighi in collaborazione con Fiab Amolabici, Velolento ed Energetica, tre associazioni che promuovono l’uso della bicicletta.

Sono iscritte alla competizione 25 città, in prevalenza al nord Italia (uniche eccezioni Lecce Palermo e Napoli).

L’IMPORTANZA DELLA BICI IN CITTA’

L’iniziativa ha un valore simbolico, ma la sua importanza permette di riflettere sull’uso che facciamo delle nostre bici, quanto possano farci bene e quanto siano in talune città preferibili anche alle macchine: a Piacenza la distanza dalle zone centrali alla “periferia” è inferiore ai 7,5 km circa, ed è percorribile in 20 – 30 minuti. Il che considerando andata e ritorno, fa più di mezz’ora di bici al giorno, non male come allenamento quotidiano.  

Chiaramente il discorso non vale in tutti i casi, ma si tratta di quelle buon pratiche da mettere in atto per fare del bene a noi e all’ambiente. Piacenza nella competizione è già risultata vincitrice nel 2017 e 2018, la tripletta sarebbe un grande risultato.

COME PARTECIPARE

Dalle 7.30 del mattino alle 9.30 verranno monitorati i passaggi in bicicletta tramite appositi check point sparsi in città: barriera Genova, barriera Torino, piazzale Libertà, barriera Milano, Stazione e polo scolastico di via Nasolini.

FA BENE A TUTTO IL CORPO E NON SOLO

Da altre ricerche pubblicate sul Journal of Applied Physiology emerge che dopo solo due settimane di allenamenti in bici a giorni alterni aumenta la capacità del ciclista di bruciare grassi del 36%.

I ricercatori della Facoltà di medicina dell’Università di Stanford hanno evidenziato che pedalare 20-30 minuti al giorno aiuta coloro che soffrono di insonnia ad addormentarsi nella metà del tempo e aumenta di circa un’ora il sonno.

Secondo Federconsumatori il costo operativo annuale in Italia dell’automobile sarebbe di 7.073€/anno, contro il costo operativo annuale di una bicicletta che è pari a 277 euro: andare in bici costa 26 volte meno. 

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info
Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome