Stefano Savona racconta Gaza in “La strada dei Samouni”, secondo appuntamento di Greenhouse Cinema

Greenhouse Cinema al secondo appuntamento con La strada di Samouni di Stefano Savona

Arriva il secondo appuntamento di Greenhouse Cinema, nuovo progetto collaterale della banda di Concorto Film Festival. In questa occasione viene proposto LA STRADA DEI SAMOUNI di Stefano Savona. Martedì 26 febbraio alle 21.15 nella Serra di Palazzo Ghizzoni Nasalli (Vicolo Serafini 12, Piacenza – Ingresso da via Gregorio X). E’ lo stesso Savona che presenta la sua opera:

“Nel 2009 sono andato a Gaza  – racconta – e avevo con me solo la mia testardaggine e la mia telecamera. Non ero un giornalista, riprendevo semplicemente ciò che accadeva. Ne è risultato Piombo Fuso. Quando ho montato quelle immagini mi sono reso conto di quanto fossero naïf; erano immagini di morte e distruzione che raccontavano una storia già conosciuta ma non reale. Purtroppo, quando si raccontano quei luoghi, si ripropongono sempre le solite immagini di morte e devastazione. Ci siamo abituati a immaginare che i palestinesi siano diventati professionisti del martirio e la storia contemporanea ce li propone e propina così. Questo è l’immaginario in cui siamo immersi. Andiamo in quei luoghi e ci sentiamo migliori solo per il fatto di essere lì. Ci sentiamo coraggiosi perché testimoniamo ma in realtà non ci accorgiamo di contribuire – io in primis con la mia telecamera, nel 2009 – seppur in buona fede, alla ripetizione di un cliché. Abbiamo avuto il racconto di una tragedia senza eroi, perché eroi non lo si è nella morte, ma in vita, nella guerra che si combatte, quando ancora possiamo esprimere le nostre idee. La storia diviene una non-storia, fatta di macerie e martirio. E allora ho pensato: come posso rendere giustizia a queste persone e uscire dall’autocompiacimento delle macerie che ci fanno sentire migliori? Ho pensato fosse utile capire quali siano le vere dinamiche sul posto, le differenze tra una persona e l’altra. Col cinema volevo trasmettere la forza dell’empatia e della diversità. Attraverso le eccezioni il cinema può raccontare la regola. Con La strada dei Samouni cerco di raccontare una storia di resistenza, alla guerra e ai cliché, in cui le persone affermino la propria individualità in un contesto che aliena il singolo. Qualcuno di loro vi piacerà, altri li odierete ma è così per tutti. Ognuno di noi, e di loro, deve avere il diritto di essere un eroe o un cialtrone senza dover per questo essere etichettato sulla base del popolo al quale appartiene. Non per forza si deve essere un popolo di eroi o terroristi.” 

Di seguito il trailer:

Le proiezioni – ricordiamo – si terranno ogni martedì dal 19 febbraio al 28 maggio, inizio ore 21.15. Biglietto €4, ridotto €3 (per studenti e under 30), ingresso riservati a soci ARCI.
Per informazioni e prenotazioni info@concorto.com. Tutti i film saranno in lingua originale con sottotitoli.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome