L’Istituto Gazzola riapre le porte al pubblico con una visita guidata recitata

Dopo il buon riscontro della ottava edizione del Gazzola Day, tenutasi lo scorso 25 settembre, la Fondazione Istituto Gazzola riapre le porte al pubblico e lo fa con un evento davvero speciale: una visita guidata recitata alla collezione permanente del museo, a cura del conservatore, Alessandro Malinverni, con Margherita Muselli, Angelo e Alice Capozzi.

Con splendidi costumi ispirati alla prima metà del Settecento e realizzati da Laura Barbatano e da Sonia Maestri, specializzate nella ricostruzione filologica di abiti del passato, Malinverni e i tre rievocatori storici daranno vita a un piccolo spettacolo incentrato sulla figura del conte Felice Gazzola, fondatore della scuola d’arte. Non nuovo alle visite guidate in costume e recitate, lo storico dell’arte Malinverni da anni si dedica non solo allo studio e alla ricerca con saggi e pubblicazioni, ma anche alla divulgazione del patrimonio culturale piacentino attraverso metodi sempre innovativi che coinvolgano un ampio pubblico.

Attraverso la divertente performance teatrale sarà possibile ammirare numerose opere rimaste da sempre nei depositi, e finalmente esposte al pubblico. Tra le tante, il grande dipinto di Giovanni Andrea De Ferrari rappresentante San Benedetto, arrivato nel 1838 all’istituto attraverso la donazione del medico Cesare Martelli; l’uccisione di Virginia di Gaetano Monti in stile neoclassico; nudi maschili e opere di genere di artisti piacentini del secondo Ottocento, come Alfredo Tansini, Giovanni Fioruzzi, Emilio Perinetti.

L’ingresso è libero sino a esaurimento posti. Obbligo green pass e di prenotazione (mandare una mail a: [email protected]libero.it)

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome