Rimborso per i danni da maltempo del 2019

Danni Strade Provinciali

Sono pubblicate sul sito www.comune.piacenza.it , con evidenza in home page, tutte le informazioni per accedere ai bandi che riguardano le richieste di rimborso da parte di privati e imprese, per i danni conseguenti alle emergenze climatiche nazionali che hanno colpito anche l’Emilia Romagna nel 2019. In particolare, per il nostro territorio, il riferimento è al maltempo che nel mese di maggio aveva interessato tutte le province della regione, nonché alle piogge eccezionali del novembre scorso.

Termine ultimo per presentare le domande è il 2 marzo prossimo, allegando – sia per i privati, sia per le attività produttive – la perizia asseverata dei danni subiti. Diverse, invece, le modalità di tramissione delle richieste, che per le aziende potranno essere inviate unicamente tramite posta elettronica certificata (per la quale farà fede la data di invio) all’indirizzo protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it , allegando alla modulistica la copia di un documento di identità valido del richiedente e specificando, nell’oggetto, “Trasmissione domanda di rimborso danni delle emergenze nazionali del 2019”.

La stessa dicitura – così come la copia del documento di identità – deve accompagnare le domande dei privati cittadini, che potranno essere consegnate direttamente allo sportello Quic di viale Beverora, spedite tramite raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede del Municipio in piazza Cavalli 2 (farà fede, in tal caso, il timbro dell’ufficio postale accettante) o trasmesse via Pec all’indirizzo protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it .

I bandi che discplinano i termini e le modalità per il riconoscimento dei contributi sono consultabili sul Bollettino ufficiale della Regione n.10 del 16 gennaio 2020, nonché sul sito dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione Civile. Sul sito web del Comune di Piacenza sono presenti i link per scaricare i bandi con i relativi moduli e allegati.

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome