Spacciatore nigeriano arrestato dai carabinieri in via Torricella reagisce a calci

Carabinieri Piacenza arresto spacciatore

Non passa quasi giorno senza che nei dintorni della stazione non venga pizzicato dalle forze dell’ordine un qualche spacciatore. Nonostante l’impegno di carabinieri e polizia purtroppo però i Giardini Margherita e le aree limitrofe del quartiere Roma restano il più grande supermercato della droga a cielo aperto della città e, via un pusher, ne arriva un altro.

L’ultimo a finire in manette, ieri pomeriggio, 29 maggio, è stato un 30enne nato in Nigeria, pregiudicato, in Italia senza fissa dimora, arrestato dai Carabinieri della Stazione di Piacenza Levante mentre spacciava dosi di hashish.

I militari da diversi giorni stanno eseguendo dei servizi specifici di prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti in tutta la zona.

La pattuglia in servizio nel pomeriggio di mercoledì, ha visto lo spacciatore che fermo davanti ad un market di via Torricella, dopo una breve trattativa con un altro straniero gli ha consegnato dell’hashish.

Raggiunto dai carabinieri ha reagito violentemente spintonando il militare che lo aveva fermato e nel tentativo di sottrarsi al controllo ha iniziato a scalciare anche gli altri uomini dell’Arma intervenuti a supporto.

Con parecchia fatica e grazie all’intervento di altro personale lo spacciatore è stato definitivamente bloccato. L’acquirente , un giovane marocchino, residente a Piacenza, è stato segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Il nigeriano è stato arrestato e trattenuto presso la camera di sicurezza della caserma di Via Beverora, per essere processato nella giornata odierna, con rito direttissimo. Risponderà davanti al Tribunale di Piacenza di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Publicità

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here