“Questo strazio può essere tuo!”, ai Giardini Sonori voci fuori dal coro della solita musica

Chi è in cerca di sonorità insolite per il panorama musicale che piano piano va diffondendosi nella ridente città di Piacenza, “Questo strazio può essere tuo!” fa al caso suo. Il 7 settembre ai Giardini Sonori non vada chi si aspetta di trovare le solite cover/tribute band di un artista italiano o straniero. Niente di tutto questo.

Dalle 19.30 sarà possibile ascoltare arottenbit, col loro electropunk gameboy da Milano. Esatto, gli stessi suoni che siamo stati abituati ad ascoltare negli anni 90 sulla “console” più amata di allora saranno ripresi e condensati. Il dio del Metal-8 bit griglierà il tuo nome.

I VISCERA/// psychedelic post-metal da Piacenza, la migliore colonna sonora per sfasciare casa tua. Qui solo un assaggio 

Krasue  no skills no-genre, Bologna. “Tre ragazze senza skills che non fanno della musica una questione di genere. Cosa c’è di più intrigante? – recita la loro presentazione -C’è scritto che vengono da Bologna ma una di loro gioca in casa, venite a fare del sano tifo campanilista”.

Mother hc alt-rock, Venezia. Sicuramente i suoni più melodici di tutta la serata. Ma si sa, per apprezzare davvero un grido, un urlo, bisogna anche sussurrare, ogni tanto.

THØRN, black crust, Milano. Atmosfere black metal e impennate grind. Vieni a vedere scuro senza occhiali da sole, anche perché ti cadono se scapocci.

Rough Touch hc crossover metal, Ferrara. Qui si torna agli anni 80, velocità di esecuzione dei Ramones combinata col sound dei Motorhead.

Nelle pause, a occupare lo spazio-tempo residuale: BLADEBLANC+DJ SUBARU (Ultracare) e Oroboro (Heel.zone). Musica da interstizio per rifiatare e refillare, solo beats originali.

Parteciperanno allo strazio anche Fala’feel e il birrificio Retorto, per rifornirvi nel momento in cui sarete senza una birra in mano.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info

 

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome