L’All Star Game emiliano prende la strada di Modena: 0 – 3 grazie alle bordate di Zaytsev

La Gas Sales regala spettacolo solo nel primo set, ma cede psicologicamente

L'All Star Game emiliano prende la strada di Modena: 0 - 3 grazie alle bordate di Zaytsev

Un derby emiliano che ha il sapore di All Star Game italiano. Si potrebbe riassumere qui il match odierno tra Gas Sales Piacenza e Leo Shoes Modena: a partire dagli allenatori, Andrea Gardini e Andrea Giani, validi rappresentanti della generazione di fenomeni che vinceva tutto negli anni Novanta, senza dimenticare l’altro Andrea, Sartoretti, micidiale battitore di quella squadra e ora direttore sportivo a Modena, e Hristo Zlatanov, oggi direttore generale a Piacenza.

In campo l’Italia più “recente” rappresentata da Alessandro Fei, Ivan Zaytsev, Dick Kooy e Gabriele Nelli. Insomma spettacolo garantito quest’oggi. Senza contare tutti gli altri nazionali in campo.

PRIMO SET

Krsmanovic tiene alto il ritmo a inizio partita con un bel primo tempo, ma spreca Cavanna, 2 – 2. Mazzone va a muro, Beger sbaglia la pipe, Kooy col mani out rimette Piacenza sotto. Zaytsev riporta avanti Modena di 3 con l’ace, 3 – 6. Gas Sales fortunata grazie al videocheck, Berger trova il mani out d’astuzia, ma Nelli si fa parare una schiacciata.

Fino adesso è il muro di Modena a fare la differenza, mentre Piacenza spreca troppo in battuta. Kooy mantiene a regime i suoi, 7 – 9. Nelli si fa parare ancora una schiacciata, tuttavia il muro modenese non controlla, rimangono sempre un paio di punti di distacco da recuperare, ma Kooy regala il primo vero sussulto ai tifosi grazie a un ace bellissimo, il muro completa l’operazione pareggio e Giani è costretto al primo time out.

Kooy si supera, altro ace ed è sorpasso Piacenza. Il braccio di Nelli sembra aver ingranato, +2 Piacenza e battute al vetriolo di Kooy. Zaytsev pareggia i conti, poi scambio lunghissimo che viene risolto da Krsmanovic. Piacenza pare entrata bene ora nel match, ora combattuto punto a punto. Anderson e Christenson cercano in tutti i modi di buttare il pallone di la dalla rete ma un errore di palleggio porta avanti Nelli & Co. Questi regala un’altra gioia, esultanza da manuale e ben due ace di fila. 17 – 14. Nelli ancora un martello pneumatico, Cavanna regala anche un colpo da beach, 19 – 15.

Sul 21 – 16 black out della formazione piacentina, che subisce il ritorno sul 22 – 21.Piccolo regalo di Mazzone, ma il set viene portato ai vantaggi, Piacenza ha anche un set point ma viene sprecato clamorosamente. Modena invece ha la lucidità giusta per portarsi a casa il parziale per 26 – 24.

SECONDO SET

Modena riparte da Andreson, parziale di 1 – 6. Sul settimo punto chiesto un videocheck per tocco di Mazzone, confermato. Berger da una scossa, out il successivo attacco Modena: 4 – 7. Kooy sbaglia la battuta e Piacenza è di nuovo sotto di 4. Ace Zaytsev, poi invasione di Berger confermata anche da check, Modena vola sul 4 – 10. Piacenza gioca di rimessa, godendo solo dei (pochi) errori concessi in questa fase da Modena. Kooy riporta a -4 lo svantaggio Piacenza (9 – 13), ma la battuta continua ad andare a corrente alterna. 

Sul 16 – 21 Piacenza mantiene la distanza, Nelli riesce a risolvere una situazione difficile con Scanferla che fatica a recuperare palla, 18 – 22. Fei sbaglia la battuta, Kooy trova le falangi giuste del muro modenese, Nelli fa un capolavoro, un pallonetto che porta i suoi sul -3. Modena ha il set point, Nelli nega la gioia ma dura poco, Modena chiude 21 – 25.

Le statistiche parlano chiaro: per Modena ogni 4 battute un break point, per Piacenza ogni 7.33. E per Modena un punto ogni 1.42 ricezioni, per Piacenza ogni 1.91

TERZO SET

Modena apre il terzo parziale come il secondo: 1 – 5, Piacenza prova a recuperare, ma le bordate di Mazzone non perdonano. Berger sbaglia in battuta, Kooy mette in diagonale, ma Giani chiede il videocheck, ma ha torto. Zaytsev schiaccia un pallone come una zanzara, la difesa non può nulla. Errore di Kooy che butta il pallone contro l’asta. Gardini chiede il time out in una partita ormai indirizzata verso Modena (4 – 10).

Buon punto del 5 – 11, gestito con pazienza da Piacenza. Stankovic poi con un monster block porta a casa il 6 – 11, dopo 4 muri consecutivi di Gardini. Ma Zaytsev e compagni sono sempre avanti di 6. Il vantaggio rimane fino al 15 – 20, e infine fino al risultato finale, suggellato dall’errore in battuta di Matteo Paris (18 – 25).

CONSIDERAZIONI

La Gas Sales ha dato spettacolo solo nel primo set. Psicologicamente ha perso la concentrazione sul 21 – 16, quando aveva in mano il set. Da quel momento c’è stato un climax discendente verso il risultato finale. Serve ancora un po’ di rodaggio mentale per questa squadra, sia nella scorsa partita che oggi si sono viste le potenzialità per il continuo della stagione. Si spera che si concretizzino.

PiacenzaOnline

Via Cittadella 33/b
Piacenza, Italia 29121
Italia
Telefono: 0523-1902683
Email: redazione@piacenzaonline.info

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome